Italia markets open in 5 hours 43 minutes
  • Dow Jones

    33.815,90
    -321,41 (-0,94%)
     
  • Nasdaq

    13.818,41
    -131,81 (-0,94%)
     
  • Nikkei 225

    28.935,27
    -252,90 (-0,87%)
     
  • EUR/USD

    1,2029
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    42.467,87
    -2.278,98 (-5,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.174,64
    -68,41 (-5,50%)
     
  • HANG SENG

    28.755,34
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.134,98
    -38,44 (-0,92%)
     

La Campania comprerà il vaccino russo Sputnik

Redazione
·1 minuto per la lettura
La Campania comprerà il vaccino russo Sputnik
La Campania comprerà il vaccino russo Sputnik

In attesa del via libera da parte di Ema e Aifa, la Regione Campania ha chiuso un contratto per la fornitura alle aziende del sistema sanitario regionale il siero russo anti Covid

La Regione Campania comprerà il vaccino russo Sputnik V. Il contratto è subordinato al via libera al siero anti Covid russo da parte dell’Ema e dell’Aifa. Soresa, società della Regione Campania che svolge il ruolo di centrale degli acquisti dei prodotti destinati alle aziende del sistema regionale, ha affidato all’operatore economico Human Vaccine, rappresentato dal Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif), la fornitura del farmaco.

ASPETTANDO L’EMA

L’acquisto è subordinato all’ok che si attende da parte dell’Ema e Aifa al vaccino russo. Soresa ha verificato la disponibilità da parte di società farmaceutiche che abbiano prodotto vaccini per l’immunizzazione del Sars-Cov-2 “già autorizzati ovvero on corso di autorizzazione presso l’Ema e l’Aifa e già in corso di somministrazione in Italia o in altri Paesi europei o extra europei”. Nella determina regionale si legge che Human Vaccine “è stato l’unico, tra quelli interpellati, a manifestare la disponibilità a fornire alla Regione Campania un vaccino anti-Covid 19”.

EFFICACIA SUBORDINATA ALL’APPROVAZIONE

Sempre nella delibera si legge che Soresa “ha condotto con l’operatore economico, in considerazione della peculiarità dell'oggetto del potenziale affidamento, della sua natura, della complessità dell'operazione e del rischio connesso, un'intesa attività di confronto e di negoziazione rispetto all'offerta iniziale, per ottenere, nel rispetto della normativa vigente in materia, condizioni vantaggiose per la fornitura del siero vaccinale”. Il contratto resta condizionato all’approvazione del vaccino Sputnik da parte degli enti regolatori.