Italia markets open in 2 hours 51 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.465,71
    -634,67 (-2,18%)
     
  • EUR/USD

    1,2034
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    45.946,65
    +322,20 (+0,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.265,90
    +31,49 (+2,55%)
     
  • HANG SENG

    28.649,59
    -486,14 (-1,67%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

La Cina produrrà il vaccino Sputnik

Gaia Terzulli
·2 minuto per la lettura
La Cina produrrà il vaccino Sputnik
La Cina produrrà il vaccino Sputnik

L'ha annunciato il Russian Direct Investment Fund: verranno prodotte oltre 60 milioni di dosi e somministrate a più di 30 milioni di persone

A maggio la Cina inizierà a produrre il vaccino russo Sputnik. L’ha annunciato il fondo sovrano russo Russian Direct Investment Fund che ha raggiunto un accordo con la società cinese di biotecnologie Shenzen Yuanxing Gene-tech per la produzione di oltre 60 milioni di dosi del siero russo in Cina.

VACCINI PER OLTRE 30 MILIONI DI PERSONE

Un quantitativo che consentirà di somministrare il vaccino anti Covid-19 a più di 30 milioni di persone. Finora l’ultima versione di Sputnik, denominata Sputnik V, è stata registrata in 57 Paesi nel mondo, con una popolazione totale di 1,5 miliardi di persone.

IN EUROPA PENDE L'OK DELL'EMA

In questi mesi si è parlato a lungo dell’efficacia di questo vaccino e dell’opportunità di distribuirlo anche all’interno dell’Unione europea. A oggi l’Ema (Agenzia europea del farmaco) non ha ancora dato il via libera alla somministrazione dello Sputnik V, la cui efficacia, secondo un recente studio della rivista scientifica Lancet, è del 91,6%. Neanche l’Aifa ha approvato il siero russo, ma in Italia la Campania ha deciso, per così dire, di avvantaggiarsi, siglando degli “accordi congelati” per assicurarsi le forniture di vaccino non appena l’Ema l'avrà approvato.

L'ACCORDO DELLA CAMPANIA CON MOSCA

A sottoscrivere il patto è stato Michele Ferrara, direttore generale di Soresa, società responsabile dell’acquisto di prodotti per le aziende del sistema sanitario della Campania. L’approvvigionamento di siero russo è stato affidato all’operatore economico Human Vaccine, rappresentato dal Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif). “Tra quelli interpellati – si legge negli atti – è stato l’unico a manifestare la disponibilità a fornire alla Regione Campania un vaccino anti Covid-19”.