Italia markets close in 4 hours 4 minutes
  • FTSE MIB

    22.575,35
    +76,46 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.633,46
    +391,25 (+1,39%)
     
  • Petrolio

    52,60
    +0,24 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    30.761,55
    +588,56 (+1,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    739,30
    +4,16 (+0,57%)
     
  • Oro

    1.838,40
    +8,50 (+0,46%)
     
  • EUR/USD

    1,2133
    +0,0050 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    29.642,28
    +779,51 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.608,36
    +5,69 (+0,16%)
     
  • EUR/GBP

    0,8907
    +0,0019 (+0,22%)
     
  • EUR/CHF

    1,0772
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,5436
    +0,0041 (+0,26%)
     

La confessione dell'inviato di Striscia la notizia: "Sono stato bullizzato"

·1 minuto per la lettura
Verissimo, Vittorio Brumotti: “Ero considerato lo sfigato”
Verissimo, Vittorio Brumotti: “Ero considerato lo sfigato”

Il campione di bike trial e inviato di Striscia la notizia, Vittorio Brumotti, ha di recente raccontato la propria infanzia e adolescenza nel salotto di Silvia Toffanin a Verissimo. Ecco le sue parole.

Vittorio Brumotti a Verissimo

Ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, Vittorio Brumotti ha parlato di un momento particolarmente delicato della propria vita. A tal proposito ha raccontato: “Nell’età dell’adolescenza non riuscivo a legare con i miei coetanei. Non giocavo al fantacalcio, ma ero sempre quello con i pantaloni colorati in giro a saltare con la bici. Ero considerato lo sfigato“.

GUARDA ANCHE - Brumotti, colpi di pistola contro di lui a Palermo

Ha quindi proseguito: “Il mio compagno di banco aveva una disabilità, io l’ho difeso dai bulli e ho denunciato alla scuola. Poi sono stato bullizzato anch’io. Me ne hanno fatte di ogni, a 13 anni mi hanno chiuso tra le porte dell’autobus, ma l’ho presa sempre sul ridere”. Per poi affermare: “Fin da piccolo non ho avuto paura di prenderle, preferivo comunque denunciare le ingiustizie e stare dalla parte dei più deboli”. Per quanto riguarda il mondo della televisione, inoltre, Vittorio Brumotti ha aggiunto: “La tv ha consacrato le mie pazzie, Striscia la notizia ha sdoganato il mio essere giocherellone, per me è anche una vocazione“.

Grazie a Striscia la notizia, infatti, Brumotti ha iniziato la sua lotta contro la droga: “Ho cominciato dai parchetti, dove arrivavo con megafono e chiamavo le forze dell’ordine. Poi pian piano ci siamo spostati e siamo arrivati ad affrontare il problema della criminalità organizzata. La telecamera è un’arma molto potente, così documentavo nei rioni lo spaccio di armi e di droghe”.