Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.741,06
    +64,04 (+0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.221,61
    +131,41 (+0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.600,41
    -204,44 (-0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,1617
    -0,0028 (-0,24%)
     
  • BTC-EUR

    54.691,62
    +2.444,16 (+4,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.516,56
    +1.273,88 (+524,92%)
     
  • HANG SENG

    26.132,03
    +5,10 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.567,93
    +23,03 (+0,51%)
     

La cooperazione agricola toscana incontra delegazione del G20

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 set. (askanews) - Una delegazione di rappresentati del G20 ha incontrato ieri pomeriggio la Cooperazione Agricola Toscana presso le Cantine Leonardo Da Vinci a Casale di Valle, Vinci. Alla presentazione dell'azienda è seguita una visita ai vigneti e alla villa. Erano presenti rappresentanti della delegazione argentina, di IFAD, il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo, e di CGIAR, il Gruppo consultivo per la ricerca agricola internazionale.

Nel corso della visita è stato discusso il tema della produzione sostenibile. "E' questo oggi il grande tema, qualità e attenzione all'ambiente - aggiunge Lorenzo Melani, presente Cantine Leonardo Da Vinci Soc. Agr. Coop - Il consumatore è sempre più aggiornato, informato, e connesso. Vuole vini sani, buoni, naturali. Lo sviluppo commerciale è fortemente legato al brand del territorio, alla tipicità e alla diversificazione. Pensiamo che solo camminando su questa via maestra potremo raggiungere obiettivi importanti. Il mercato vive un momento di grande cambiamento, in un contesto complesso e di competizione".

"E' stato un momento importante per riflettere su modelli economici che sappiano valorizzare l'ambiente e le sue caratteristiche - dice Claudia Fiaschi, presidente Confcooperative Toscana - Dobbiamo porre attenzione alla sostenibilità, armonizzando lo sviluppo non solo con il rispetto dell'ambiente ma con l'attenzione alle ricadute sulla comunità. Dopo la pandemia è aumentata l'attenzione ai luoghi e all'impatto che le attività hanno nelle comunità anche in termini di occupazione e di creazione del valore aggiunto, nonché di redistribuzione di quanto generato su tutto il territorio".

"Poter accogliere oggi una delegazione del G20 è un premio al lavoro e agli sforzi portati avanti dalla Cooperazione - dice Fabrizio Tistarelli, presidente Fedagripesca Toscana -. Siamo nel cuore della produzione del vino e il binomio con il territorio è all'apice. Ma la Toscana vive di tante produzioni e micro imprese diverse, dall'olio agli ortaggi, dalle carni al pesce. Molteplici settori che oggi crediamo possano essere stati davvero apprezzati dai delegati del G20".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli