Italia markets open in 7 hours 50 minutes

La Fed accende le speranze ma a Wall Street non basta

Fabrizio Arnhold
La Fed accende le speranze ma a Wall Street non basta

“Misure aggressive” per sostenere i mercati, l’annuncio della Federal Reserve aveva dato fiducia alle Borse europee e ai future di Wall Street. Ma non basta e gli indici restano negativi

Le Borse europee hanno aperto in rosso, con perdite fino al 4% su Piazza Affari. Ma la Fed risolleva i listini. La Federal Reserve ha parlato di “misure aggressive”, annunciando che acquisterà un ammontare illimitato di Treasuries per dare linfa ai mercati. Milano, insieme alle altre Borse europee, riduce le perdite. 

IL NUOVO INTERVENTO DELLA FED

“Un ammontare illimitato di Treasuries e di mortgage-backed securities per supportare i mercati finanziari”. La Fed spiega in un commento che comprerà asset “negli ammontari necessari” per facilitare una trasmissione efficiente della sua politica monetaria. Solo qualche giorno fa la Banca centrale americana aveva indicato un limite di 700 miliardi per gli acquisti di asset. 

NUOVI PROGRAMMI DI CREDITO

La Fed ha anche annunciato nuovi programmi per la concessione di credito per complessivi 300 miliardi di dollari, per sostenere le imprese impattate dalla sospensione delle attività produttive. “Misure aggressive”, si legge nel comunicato diffuso dai governatori, che servirebbero per evitare di perdere posti di lavoro. 

Borse, avvio di settimana negativo. In rosso Milano e le altre piazze europee

Borse, avvio di settimana negativo. In rosso Milano e le altre piazze europee

SALE L’ORO E WALL STREET RIDUCE LE PERDITE

L’annuncio delle nuove misure della Fed fa bene anche all’oro che torna a guadagnare, riportandosi sopra quota 1.500 dollari l’oncia. L’annuncio delle nuove misure della Fed avevano fatto registrare un’inversione di tendenza sui future di Wall Street. In apertura di contrattazioni, però, il Dow Jones segna -2,65%, come lo S&P 500, e Nasdaq a -1,68%. 

IL PIANO DI AIUTI ALL’ECONOMIA 

Negli Stati Uniti il maxi piano di aiuti all’economia proposto dal governo federale non è passato al Senato per il mancato accordo tra Repubblicani e Democratici. La speaker democratica alla Camera, Nancy Pelosi, ha detto che le parti sono “distanti” ma le divergenze potrebbero essere superate entro le prossime 24 ore. Anche perché negli Usa il coronavirus accelera la sua diffusione, con oltre 30mila contagiati.