Italia markets close in 2 hours 48 minutes
  • FTSE MIB

    26.995,64
    +179,85 (+0,67%)
     
  • Dow Jones

    35.741,15
    +64,13 (+0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.226,71
    +136,51 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    29.106,01
    +505,60 (+1,77%)
     
  • Petrolio

    84,19
    +0,43 (+0,51%)
     
  • BTC-EUR

    53.787,71
    -796,64 (-1,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.499,96
    +1.257,28 (+518,08%)
     
  • Oro

    1.801,20
    -5,60 (-0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1617
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.566,48
    +21,58 (+0,47%)
     
  • HANG SENG

    26.038,27
    -93,76 (-0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.222,53
    +34,22 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8418
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0686
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4352
    -0,0015 (-0,11%)
     

La gerarchia dell'Esercito: i gradi e i distintivi

·12 minuto per la lettura

La gerarchia dell'Esercito: i gradi e i distintivi

L’Esercito Italiano (abbreviato EI) è una delle Forze armate ad ordinamento militare che operano per la difesa nazionale del nostro Paese e che, insieme all’Aeronautica, alla Marina e all’Arma dei Carabinieri, operano sotto l’egida del Ministero della Difesa. Costituito da diverse Unità, l’Esercito si suddivide in 6 Armi che sono:

  • Fanteria;

  • Cavalleria;

  • Artiglieria;

  • Genio;

  • Trasmissioni;

  • Trasporti e Materiali.

E in 3 Corpi che sono:

  • Sanità e Veterinaria;

  • Commissariato;

  • Ingegneri.

C’è poi l’Aviazione che costituisce una specialità dell’Esercito che non rientra in nessuna delle due categorie sopra citate ed è formata da diverse Unità.

Vediamo ora quali sono i gradi dell’Esercito. La gerarchia militare di questa Forza armata si struttura nel seguente modo:

  • Ufficiali Generali:

    • Generale - Capo di Stato Maggiore;

    • Generale di Corpo d'armata con incarichi speciali;

    • Generale di Corpo d’armata - Tenente generale;

    • Generale di Divisione - Maggior generale;

    • Generale di Brigata - Brigadier generale;

  • Ufficiali Superiori:

    • Colonnello;

    • Tenente Colonnello;

    • Maggiore;

    • Ufficiali Inferiori:

    • Primo Capitano;

    • Capitano;

    • Tenente;

    • Sottotenente;

  • Sottoufficiali:

    • Ruolo Marescialli:

    • Primo Luogotenente;

    • Luogotenente;

    • Primo Maresciallo;

    • Maresciallo Capo;

    • Maresciallo ordinario;

    • Maresciallo;

  • Sergenti:

    • Sergente Maggiore Capo con qualifica speciale;

    • Sergente Maggiore Capo;

    • Sergente Maggiore;

    • Sergente;

    • Graduati (Volontari in Servizio Permanente - VSP):

    • Caporal Maggiore Capo Scelto con qualifica speciale;

    • Caporal Maggiore Capo Scelto;

    • Caporal Maggiore Capo;

    • Caporal Maggiore Scelto;

    • Primo Caporal Maggiore;

  • Truppa:

    • Volontari in Ferma Prefissata quadriennale - VFP4:

    • Caporal Maggiore;

    • Caporale;

    • Volontari in Ferma Prefissata annuale - VFP1:

    • Soldato.

Vediamo ora chi è e cosa fa ciascun profilo appartenente all’Esercito e quali sono i distintivi che caratterizzano la gerarchia militare.

Chi è il Generale o Capo di Stato Maggiore

Il Generale o Capo di Stato Maggiore dell’Esercito è un Ufficiale Generale che si trova al vertice della Forza Armata e dell’Area tecnico-operativa del Ministero della Difesa. È responsabile dell’organizzazione e dell’approntamento delle Forze e, per esercitare le sue funzioni, dispone di uno Stato Maggiore (retto insieme a un Sottocapo di Stato Maggiore) e di diversi Comandi di Vertice tra cui: il Comando Forze Operative Terrestri e ​​Comando Operativo Esercito, il Comando Militare della Capitale​, il Comando Forze Operative Nord e Sud, il Comando Logistico, il Comando per la Formazione, la Specializzazione e la Dottrina, Comando delle Forze Operative Terrestri ​di Supporto, il Comando Truppe Alpine e il Comando Nato Rapid Deployable Corps. Il distintivo di questo ruolo è costituito da una greca e quattro stelle color argento.

Chi è il Generale di Corpo d'armata con incarichi speciali

Il Generale di Corpo d’armata con incarichi speciali è un Ufficiale Generale e rappresenta il grado più alto della scala gerarchica militare. Si tratta di un ruolo che svolge incarichi speciali, segnalati da una quarta stella con bordo rosso sull’uniforme, e solitamente ricoperto dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito sopra citato o dal Segretario generale del Ministero della Difesa.

Chi è il Generale di Corpo d’armata - Tenente Generale

Il Generale di Corpo d’armata, detto anche Tenente Generale, rappresenta il grado inferiore al Generale e Generale di Corpo d’armata con incarichi speciali, mentre è il grado immediatamente superiore a quello di Generale di Divisione (ovvero Maggior Generale). Solitamente, si occupa di funzioni all’interno dei corpi logistici e dei servizi. Il distintivo del Tenente Generale è rappresentato da tre stellette e una greca.

Chi è il Generale di Divisione - Maggior Generale

Il Generale di Divisione, detto anche Maggior Generale, è il ruolo subordinato al Generale di Corpo d'armata e immediatamente superiore a quello di Generale di Brigata. Il distintivo di questo grado è rappresentato da due stellette e una greca.

Chi è il Generale di Brigata - Brigadier Generale

Il Generale di Brigata o Brigadier Generale rappresenta il primo grado degli Ufficiali Generali ed è il ruolo subordinato al Tenente e Maggior Generale. Non tutte le Forze Armate nel mondo presentano questo grado come nell’Esercito Italiano, nel quale è indicato da una stelletta e una greca nel distintivo per controspallina. Si occupa dei corpi logistici e amministrativi e può presentare anche funzioni e incarichi speciali, indicate da una stella dal bordo rosso sul distintivo.

Chi è il Colonnello

Il Colonnello è il grado massimo degli Ufficiali Superiori nell'Esercito Italiano. Si tratta di un ruolo che condividono diverse Forze Armate, di Polizia e paramilitari. Il distintivo di grado per controspallina di questo profilo è costituito da tre stellette e una corona turrita dorate. Se le stelle sono bordate di rosso, si tratta di un Colonnello Comandante di Reggimento e se il Colonnello ricopre incarichi del Generale di Brigata presenta lo stesso distintivo del grado superiore ma con la stelletta di color argento bordata di rosso. Anche chi ottiene la promozione a Colonnello in quanto titolo onorifico avrà una delle tre stelle bordata di argento.

Chi è il Tenente Colonnello

Il Tenente Colonnello rappresenta il grado intermedio della categoria degli Ufficiali Superiori e si pone tra quello di Colonnello e Maggiore. Il ruolo del Tenente Colonnello, segnalato (come per i Carabinieri e la Finanza) da due stellette e da una corona turrita nel distintivo per controspallina, comporta il comando di battaglioni o unità equivalenti (come i gruppi squadroni per l’Artiglieria, per la Cavalleria e l'Aviazione dell'esercito).

Chi è il Maggiore

Denominazione derivante dalla contrazione di Capitano Maggiore, il Maggiore rappresenta il grado militare (esistente anche in altre Forze Armate) subordinato a quello del Tenente Colonnello ma superiore a quello di Capitano. Si tratta del primo grado di Ufficiale Superiore dell’Esercito e presenta come distintivo una corona turrita e una stelletta dorata, bordata di rosso se il Maggiore è a capo di un battaglione e con una stelletta aggiuntiva se presenta funzioni del grado superiore.

Chi è il Primo Capitano

Il Primo Capitano è un grado a cui possono accedere coloro che presentano 12 anni di anzianità minima nel ruolo di Capitano o 20 anni di anzianità nel ruolo di Ufficiale in servizio permanente. Rappresenta il grado massimo della categoria degli Ufficiali Inferiori ed è indicato da tre stellette e una barretta dorate che compaiono sul distintivo.

Chi è il Capitano

Subordinato al Primo Capitano o al Maggiore e superiore al Tenente, il Capitano è un grado condiviso da diverse Forze Armate. Simile a quello del Primo Capitano, il distintivo del Capitano è rappresentato da tre stellette alle quali si aggiunge una corona turrita nel caso di incarichi speciali.

Chi è il Tenente

Secondo grado degli Ufficiali Inferiori dell’Esercito, il Tenente è il ruolo immediatamente inferiore al Capitano e superiore al Sottotenente. Si tratta di un grado militare che, indicato da due stellette nel distintivo, è impiegato presso diverse Forze armate. Chi ricopre questo ruolo ha la possibilità di svolgere incarichi di grado superiore e presentare il distintivo di comando, nel quale in aggiunta alle due stellette ne compare una aggiuntiva di color bronzo con il bordo dorato.

Chi è il Sottotenente

Il Sottotenente, primo grado degli Ufficiali Inferiori dell’Esercito, è il ruolo inferiore al Tenente e superiore al Primo Luogotenente. Il distintivo di questo profilo è caratterizzato dalla presenza di una stelletta dorata. Di solito, il Sottotenente è al comando di un plotone di Fanteria o Cavalleria o di una sezione dell’Artiglieria. Se invece appena graduato dall'Accademia Militare studia alla Scuola di Applicazione.

Chi è il Primo Luogotenente

Il Primo Luogotenente è il grado più alto della categoria dei Sottoufficiali nel ruolo di Maresciallo delle Forze Armate italiane, a cui segue quello immediatamente inferiore di Luogotenente. Il distintivo di questo profilo è caratterizzato da un fondo rosso e da tre barrette dorate, sovrastate da due stellette argentate.

Chi è il Luogotenente

Il Luogotenente è un ruolo introdotto nella gerarchia militare nel 2017 (a seguito del D.Lgs. 29 maggio 2017, n. 94) in sostituzione del grado di Primo Maresciallo Luogotenente. Si tratta di un grado presente anche in altre Forze armate ad ordinamento militare. Nell'Esercito presenta un distintivo costituito da tre binari e una stelletta bordati di rosso su fondo verde.

Chi è il Primo Maresciallo

Il Primo Maresciallo rappresenta il quarto grado del ruolo di Maresciallo della categoria Sottoufficiali. Subordinato al Luogotenente, il Primo Maresciallo ha possibilità di elevarsi a questo grado dopo aver svolto il ruolo per almeno 7 anni e a seguito di valutazione. Il distintivo di questo profilo è composto da tre barrette dorate bordate di rosso.

Chi è il Maresciallo Capo

Subordinato al Primo Maresciallo e superiore ai gradi di Maresciallo ordinario e Maresciallo, il Maresciallo Capo rappresenta il terzo grado militare della categoria dei Sottoufficiali. Il distintivo per controspallina di questo profilo è caratterizzato da tre barrette dorate bordate di nero.

Chi è il Maresciallo ordinario

Quello del Maresciallo ordinario è il secondo grado militare della categoria Sottoufficiali, superiore al Maresciallo e subordinato al Maresciallo Capo. Il distintivo di questo profilo è costituito da due barrette dorate e bordate di nero.

Chi è il Maresciallo

Il Maresciallo è il primo e più basso grado della categoria Sottoufficiali, subordinato al Maresciallo ordinario e superiore al Sergente Maggiore. Il distintivo del Maresciallo si compone di una sola barretta dorata con bordo nero.

Chi è il Sergente Maggiore Capo con qualifica speciale

Istituita nel 2017 con il riordino delle carriere militari, il Sergente Maggiore Capo con qualifica speciale rappresenta il grado più alto della categoria Sottoufficiali nel ruolo di Sergenti. Il distintivo di questo profilo è costituito da un gallone dorato e due galloncini divisi da due filetti neri, sovrastati da una stella d'oro e alla base una barretta dorata.

Chi è il Sergente Maggiore Capo

Il Sergente Maggiore Capo rappresenta il grado massimo nel ruolo di Sergente, categoria dei Sottoufficiali. Si tratta del grado superiore al Sergente Maggiore e subordinato al Sergente Maggiore Capo con qualifica speciale, profilo a cui può elevarsi ed essere promosso solo dopo almeno 8 anni di permanenza nel ruolo. Il Sergente Maggiore Capo si distingue per la presenza sul distintivo di un gallone dorato e due galloncini divisi da due filetti neri e con alla base una barretta dorata.

Chi è il Sergente Maggiore

Il Sergente Maggiore è il grado inferiore al Sergente Maggiore Capo, profilo al quale può elevarsi dopo almeno 7 anni di permanenza nel ruolo. Superiore al Sergente, si tratta di un grado presente in diverse Forze Armate. Nell’Esercito il Sergente Maggiore si distingue per la presenza sul distintivo di un gallone e due galloncini divisi da due filetti neri.

Chi è il Sergente

Quello di Sergente è uno dei profili più impiegati da diverse Forze armate e dell’ordine. Si tratta del grado immediatamente inferiore al Sergente Maggiore, posizione alla quale può ambire dopo almeno 7 anni nel ruolo. Il distintivo del Sergente nell’Esercito è rappresentato dalla presenza di un gallone dorato con un filetto nero.

Chi è il Caporal Maggiore Capo Scelto con qualifica speciale

Il Caporal Maggiore Capo Scelto con qualifica speciale rappresenta la qualifica più alta della categoria dei Graduati dell’Esercito ed è un grado introdotto dal D.Lgs. 29 maggio 2017, n. 94. Il distintivo di questo profilo è costituito da un fondo nero al cui interno si trova una piastrina trapezoidale, sovrastata da una stella dorata con un gallone e un galloncino arcuato rosso, sotto ai quali compaiono altri due galloncini di colore rosso e uno spazio di colore oro. Può accedere a questo ruolo solo chi ha trascorso 5 anni nel ruolo precedente.

Chi è il Caporal Maggiore Capo Scelto

Quarto grado della categoria Graduati dell’Esercito, il Caporal Maggiore Capo Scelto è subordinato a quello di Caporal Maggiore Capo Scelto con qualifica speciale e superiore a Caporal Maggiore Capo. Il distintivo di questo grado militare si contraddistingue per la presenza di un gallone chiuso da un arco rosso ai vertici superiori, due galloncini rossi e due barre oro su fondo nero.

Chi è il Caporal Maggiore Capo

Il Caporal Maggiore Capo è il terzo grado della categoria Graduati ed è immediatamente inferiore al Caporal Maggiore Capo Scelto e superiore al Caporal Maggiore Scelto. Presenta un distintivo caratterizzato da un fondo nero con un gallone rosso con semicerchio e due galloncini rossi con due bordi neri. Il Caporal Maggiore Capo può essere promosso a Caporal Maggiore Capo Scelto solo dopo la permanenza di almeno 4 anni nel ruolo.

Chi è il Caporal Maggiore Scelto

Il Caporal Maggiore Scelto è il secondo grado della categoria dei Graduati e si distingue per la presenza sul distintivo (a fondo nero) di un gallone rosso con semicerchio e un galloncino rosso con bordo nero. Solo presentando 5 anni di anzianità nel ruolo, il Caporal Maggiore Scelto può esser promosso a Caporal Maggiore Capo.

Chi è il Primo Caporal Maggiore

Primo grado della categoria Graduati, il Primo Caporal Maggiore è superiore al Caporal Maggiore e inferiore al Caporal Maggiore Scelto. Il grado è rappresentato da un solo gallone rosso con semicerchio. Possono accedere a questo profilo coloro che appartengono alla categoria dei VFP4.

Chi è il Caporal Maggiore

Parte della categoria dei Militari di Truppa, il Caporal Maggiore è il grado immediatamente inferiore al Primo Caporal Maggiore e superiore al Caporale. Si tratta di un ruolo che viene automaticamente conferito a tutti gli appartenenti ai VFP4 al compimento dei 18 mesi di servizio. Il distintivo del Caporal Maggiore è rappresentato da un gallone nero con due bordini verdi; se invece il Caporal Maggiore è delle Aviotruppe il distintivo sarà caratterizzato da un gallone rosso con due bordini rossi.

Chi è il Caporale

Il Caporale è il primo dei gradi dei Militari di Truppa ed è inferiore al Caporal Maggiore e superiore al Soldato. L’accesso al ruolo di Caporale è riservato ai VFP4. Il distintivo di questo profilo è formato da un gallone nero con un filetto verde e blu, mentre per i Caporali delle Aviotruppe da un gallone rosso e un filetto rosso con fondo azzurro.

Chi è il Soldato

Il Soldato (o Soldato semplice) rappresenta il grado più basso di tutta la gerarchia militare e ne esiste una sola categoria ovvero VFP1 - Volontario in Ferma prefissata ad un anno. Il Soldato non presenta alcun distintivo di grado.

Per conoscere i gradi delle altre Forze armate e di sicurezza, invitiamo a consultare i seguenti articoli:

Monica Velli

Autore: We Can Job. Per approfondimenti su formazione e lavoro visita il sito Wecanjob.it.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli