Italia markets open in 4 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    34.137,31
    +316,01 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.950,22
    +163,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.101,64
    +593,09 (+2,08%)
     
  • EUR/USD

    1,2048
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    44.730,24
    -2.009,49 (-4,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.246,08
    -16,88 (-1,34%)
     
  • HANG SENG

    28.740,32
    +118,40 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    4.173,42
    +38,48 (+0,93%)
     

La Gran Bretagna riapre, c'è effetto vaccino: zero decessi a Londra

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

La Gran Bretagna si prepara a riaprire dopo tre mesi di lockdown e l'onda di contagi da coronavirus sembra cominciare a calare. È l'effetto dei vaccini che, grazie ad oltre 30 milioni di persone sottoposte alla prima iniezione e oltre 3 milioni e mezzo di richiami, permette ai britannici di affrontare il futuro con maggior sicurezza.

Secondo i dati delle ultime ore riscontri positivi arrivano anche dalla capitale Londra. Nelle ultime ventiquattro ore, infatti, sono stati registrati zero morti per Covid-19, un evento che non accadeva da sei mesi. A riportarlo è la Bbc che, riportando i dati diffusi dalla Public Health England (PHE), ha ricordato come al culmine della crisi sanitaria nell’aprile 2020 c'erano circa 230 decessi al giorno legati al virus.

Intanto il tasso di contagio in tutto il Regno Unito continua a calare: i casi sono scesi di un terzo a 3.862 e anche i decessi ulteriormente diminuiti, a soli 19, proprio mentre il paese si appresta a compiere i primi significativi passi in direzione di un allentamento delle restrizioni anti-Covid. In UK vige la "rule of six", la cosiddetta regola del 6 che allarga la possibilità dei contatti sociali fino a 6 persone di due nuclei familiari diversi.

L’allentamento, annunciato da Boris Johnson nelle scorse settimane, resta comunque cauto e condizionato. Oggi, come riporta Ansa, è iniziata la ripresa delle attività sportive individuali all’aperto, tennis o golf. Restano per ora chiusi negozi non essenziali, pub, ristoranti (salvo asporto), cinema, teatri, piscine e luoghi d’intrattenimento che, se la tendenza al calo dei contagi da Covid proseguirà, è fissata per il 12 aprile.

VIDEO - Esperimento di normalità a Barcellona, in 5 mila per un concerto