Italia markets close in 4 hours 49 minutes
  • FTSE MIB

    26.638,47
    +113,32 (+0,43%)
     
  • Dow Jones

    35.603,08
    -6,26 (-0,02%)
     
  • Nasdaq

    15.215,70
    +94,02 (+0,62%)
     
  • Nikkei 225

    28.804,85
    +96,27 (+0,34%)
     
  • Petrolio

    82,82
    +0,32 (+0,39%)
     
  • BTC-EUR

    54.231,74
    -2.942,80 (-5,15%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.498,37
    -36,28 (-2,36%)
     
  • Oro

    1.794,40
    +12,50 (+0,70%)
     
  • EUR/USD

    1,1641
    +0,0011 (+0,09%)
     
  • S&P 500

    4.549,78
    +13,59 (+0,30%)
     
  • HANG SENG

    26.126,93
    +109,40 (+0,42%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.197,79
    +42,06 (+1,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8435
    +0,0009 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0665
    -0,0011 (-0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4351
    -0,0028 (-0,20%)
     

La Juve ora si aggrappa a Dybala. Ma il futuro del leader è ancora in scadenza

·2 minuto per la lettura

"C'è poco da parlare, bisogna vincere, erano sessant’anni che non capitava". Massimiliano Allegri in conferenza stampa è stato quanto più chiaro e limpido possibile per presentare la sfida che domani vedrà la sua Juventus affrontare lo Spezia alla ricerca di un riscatto divenuto ormai urgente dati i soli 2 punti conquistati finora, lo 0 alla casella vittorie e il 18esimo posto in classifica. Allegri ha cercato di dare la scossa, di richiamare a raccolta tutto l'organico, giovani e meno giovani, con la richiesta esplicita che tutti si assumano le proprie responsabilità e vadano oltre il compitino svolto finora che, di fatto, non basta. Serve un leader che trascini questo gruppo a livello caratteriale e tecnico e chi se non Paulo Dybala può ricoprire questo ruolo?

MIGLIORARE - L'attaccante argentino è stato uno dei grandi assenti di questa conferenza stampa. Non nominato, ma in realtà tiarto per la giacchetta perché molte delle frasi di Allegri si sposano alla perfezione con il suo attuale rendimento, che a onor del vero, è comunque in crescita. "Se Chiellini si mette ogni giorno in discussione, figuriamoci i più giovani. ​Tutti dobbiamo migliorare. Bisogna essere pronti a fare un partita di testa e corsa, chiaro che poi la qualità dovrà venire fuori". Qualità che Dybala ha innata, qualità che spesso è la luce che accende il gioco della Juventus (l'assist per Morata è tutto suo con il Milan) e che, purtroppo, almeno per ora va ancora ad intermittenza.

LEADER IN SCADENZA - Alla Juve serve un Dybala che si trasformi in leader, possibilmente sia tecnico che dello spogliatoio. Un ruolo che può essere alla sua altezza, ma che si scontra un po' con il suo status contrattuale e con un rinnovo del contratto in scadenza a fine stagione che tarda ad arrivare. Anzi, con una distanza che è ben lontana dall'essere colmata fra domanda e offerta.

FINO ALLA FINE - Alla Juve serve un leader, Dybala può e vuole esserlo. Per sé, per i bianconeri e per convincere la dirigenza che si merita ogni singolo centesimo di quell'aumento richiesto. Fino alla fine, da uomo Juve, come del resto scritto anche in questo momento difficile a mezzo social: "Nei momenti difficili non c'è altro da fare che stare insieme e fare squadra. Fino alla fine".

@TramacEma​

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli