Italia markets close in 4 hours 26 minutes
  • FTSE MIB

    22.302,09
    +100,65 (+0,45%)
     
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,41
    -0,30 (-0,66%)
     
  • BTC-EUR

    14.115,27
    -297,28 (-2,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    328,74
    -41,78 (-11,28%)
     
  • Oro

    1.809,30
    -1,90 (-0,10%)
     
  • EUR/USD

    1,1930
    +0,0017 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.526,26
    +15,32 (+0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8949
    +0,0033 (+0,36%)
     
  • EUR/CHF

    1,0820
    +0,0023 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,5489
    -0,0013 (-0,08%)
     

La paura di perdere le persone care: come affrontare e superare il senso di abbandono

webinfo@adnkronos.com
·3 minuto per la lettura

Per dare una svolta alla propria vita e iniziare a progettare il cambiamento tanto necessario per raggiungere il proprio successo è fondamentale affrontare uno dei timori più ricorrenti e difficili da superare: la paura di perdere una persona. “Alla base di questa paura – racconta il Dario Silvestri imprenditore, formatore, esperto di performance e autore del bestseller ‘Il potere del cambiamento’ - vi sono le relazioni, che possono essere di qualsiasi natura: tra genitori e figli, tra partner o amici e persino conoscenti. Con intensità e in tempi diversi, la paura di perdere una persona l’abbiamo provata tutti”. E’ la “paura dell’abbandono” inteso come timore di veder scomparire le persone di cui sentiamo di aver bisogno e sapere di non poterle più avere al nostro fianco. Un sentimento che può essere particolarmente doloroso e incidere sulle possibilità di scelta di ciascuno, limitando fortemente ambizioni e desideri. “Può avere ripercussioni molto forti sulla nostra vita, sia nel breve che nel lungo termine e condizionarla in maniera più profonda di quanto si possa immaginare”, sottolinea ancora il performance coach, che lavora con imprenditori e atleti tra cui Giorgio Chiellini.

Un argomento diffusamente affrontato sul sito www.dariosilvestri.com.

“Per comprendere il meccanismo che è alla base di queste sensazioni e i suoi effetti a lungo termine bisogna riflettere partendo da una domanda: la paura di perdere una persona ha mai condizionato una propria scelta?”, chiede Silvestri. Uno degli esempi più comuni è portare avanti relazioni non del tutto soddisfacenti solo per timore di restare soli. Se si prosegue su questa strada, però, secondo il performance coach si finisce per inquinare la qualità del proprio vivere. “Siamo magari disposti a condividere i nostri giorni con una persona che neanche ci ama solo perché – dice - ci dà certezza della sua presenza e abbiamo l’illusione che non ci lascerà. In tutto questo, rischiamo di perdere contezza di chi siamo, di cosa ci piace sul serio e cosa no”. E’ un modo per barattare la propria identità per un po’ di sicurezza ma, anche se l’abbandono potrà sembrare doloroso, vivere una vita a metà lo è altrettanto.

La paura di perdere una persona spesso viene usata anche come chiave interpretativa della realtà. Ciò accade di frequente nelle relazioni amorose dando adito a tutta una serie di effetti collaterali che non sono mai positivi. Un esempio è la gelosia che spesso è una semplice manifestazione di un’insicurezza che deriva dalla paura di rimanere soli. “Questa percezione distorta e i pensieri che ne conseguono – commenta Silvestri - influenzano però il modo in cui si vive la coppia. Manifestazioni di gelosia, continue richieste di attenzione e atteggiamenti sospettosi finiranno per spingere il partner, esasperato, ad andarsene davvero”. Altra reazione imprevedibile e irrazionale è quella che spinge ad abbandonare l’altro prima che sia lui a potersi allontanare. Un comportamento che può sembrare privo di logica, ma che di fatto si verifica piuttosto di frequente: pur di evitare il dolore, ce ne proteggiamo dandoci alla fuga. Eppure, questa è la strada più veloce e diretta per andare incontro alla sensazione di vuoto che tanto si temono. “Dalle proprie paure non si scappa. Anche perché se non si arginano, rischiano di ingigantire le sensazioni negative e le insicurezze che nascondono. La prima cosa da fare in questa situazione è fermarsi e osservare il modo in cui ci si sta ponendo con le persone a cui si è più legati. Gestire la paura di perdere una persona è complicato – conclude il mental coach - ma è un passo importante da compiere se si desidera essere padrone della propria vita”.

Per maggiori informazioni leggi : https://dariosilvestri.com/paura-di-perdere-una-persona-come-affrontarla/