Italia markets open in 5 hours 19 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.612,13
    -210,16 (-0,73%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    26.706,46
    +50,30 (+0,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    655,91
    -20,99 (-3,10%)
     
  • HANG SENG

    29.695,79
    -463,22 (-1,54%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

La Regina Elisabetta ama tantissimo il gin e ha iniziato a produrlo nella sua residenza di campagna

Di Elisabetta Moro
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Yui Mok - Getty Images
Photo credit: Yui Mok - Getty Images

From ELLE

Queen Elizabeth non ama stare con le mani in mano e noi fan accanite di The Crown lo sappiamo bene. Va da sé che, in questo periodo di pandemia, Her Majesty si sarà dovuta trovare qualcosa da fare per rimanere attiva anche durante l'isolamento a Windsor con il Principe Filippo. Niente più visite ufficiali, niente udienze e forse nemmeno il tradizionale pranzo di Natale da organizzare. Ma di sicuro la Sovrana non si è limitata a riordinare le foto di famiglia e a passeggiare per i giardini del castello e infatti ecco arrivare un nuovo progetto che, per quanto possa sembrare bizzarro, è in realtà in perfetta linea con la tradizione dei reali britannici: la Regina Elisabetta ha lanciato il suo nuovo Gin, distillato nella sua residenza di campagna di Sandringham. Chi non vorrebbe poterlo assaggiare?

Il Sandringham Gin per il momento è acquistabile solo nel Regno Unito, costa circa 50 pound a bottiglia e può richiedere fino a due settimane per essere preparato. Il gin viene distillato dal frutto di Sharon, noto anche come "caco cinese". Secondo il sito web di Sandringham, il frutto cresce "nel Walled Garden su un muro riparato alla fine di una serie di serre, costruite con il ricavato delle vincite del famoso cavallo da corsa Persimmon, di proprietà del re Edoardo VII". Al caco cinese, poi, si aggiungono le foglie di mirto, provenienti da piante "anch'esse coltivate nella Tenuta, che hanno avuto origine da una talea presa dal bouquet di nozze della principessa Alexandra dopo il suo matrimonio con il principe Alberto Edoardo, che in seguito divenne re Edoardo VII". Insomma, a conti fatti è un po' come bere un sorso di storia reale inglese, né più né meno.

Questo nuovo Gin, in realtà, va ad aggiungersi ai numerosi liquori gestiti dai reali britannici: dai giardini di Buckingham Palace, ad esempio, viene prodotto un pregiato gin a base di limone, verbena, bacche di biancospino e foglie di gelso. Pare tra l'altro che Queen Elizabeth sia particolarmente amante di questo liquore e, stando alle dichiarazioni di un ex chef di Buckingham Palace a People Magazine, ami concedendosi quotidianamente un cocktail ghiacciato di gin e Dubonnet con una fetta di limone.

Photo credit: Hulton Archive - Getty Images
Photo credit: Hulton Archive - Getty Images

La tenuta di Sandringham nel Norfolk è di proprietà della Corona dal 1862 e consiste in 20.000 acri di terreno a poco più di 100 miglia a nord di Londra sui quali sorge il Sandringham Castle Estate molto amato dalla Regina. È qui che la royal family è solita trascorrere le vacanze natalizie, è qui che Elisabetta II ha registrato il suo primo messaggio televisivo di Natale nel 1957 ed è sempre qui che - niente spoiler - si conclude la Quarta Stagione di The Crown. Adesso che abbiamo anche il Gin della Regina, non ci resta che indossare il nostro Barbour preferito, metterci un foulard di Hermès tra i capelli e prepararci a sorseggiarlo dopo una passeggiata in campagna. So royal!