Italia markets open in 5 hours 59 minutes
  • Dow Jones

    31.188,38
    +257,86 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    13.457,25
    +260,07 (+1,97%)
     
  • Nikkei 225

    28.744,97
    +221,71 (+0,78%)
     
  • EUR/USD

    1,2129
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • BTC-EUR

    28.665,39
    -221,31 (-0,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    690,30
    -10,31 (-1,47%)
     
  • HANG SENG

    29.902,76
    -59,71 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    3.851,85
    +52,94 (+1,39%)
     

La resa dei conti nel governo per ora non scuote Piazza Affari e spread

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
La resa dei conti nel governo per ora non scuote Piazza Affari e spread
La resa dei conti nel governo per ora non scuote Piazza Affari e spread

Avvio prudente dei listini del Vecchio Continente, Piazza Affari apre fredda. Occhi puntati sulla crisi di governo, oggi è attesa la conferenza stampa di Renzi

Le Borse europee aprono caute, nonostante il miglioramento del sentiment degli investitori per quanto riguarda la prospettiva di ripresa economica, grazie alla campagna vaccinale, ma pesa il continuo aumento dei contagi da Covid. A Milano, in apertura di contrattazioni, il Ftse Mib segna +0,05%, a Francoforte il Dax +0,02%, a Parigi il Cac 40 +0,20%, a Madrid l’Ibex 35 -0,03% e il Ftse 100 a Londra apre a +0,08%. La Borsa di Tokyo chiude in progresso, trainata dai titoli tecnologici, con l’indice Nikkei a +1,04% e il Topix a +0,35%.

GOVERNO ALLA RESA DEI CONTI

In Italia fari puntati sulle tensioni in maggioranza, dopo che nella notte il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al Recovery Plan, con l’astensione di Matteo Renzi, leader di Italia Viva, delle sue ministre Teresa Bellanova ed Elena Bonetti. Ieri Renzi, intervenuto a Cartabianca, su Rai Tre, ha annunciato che una una decisione è attesa per oggi e che sarà comunicata in una conferenza stampa. “Io penso che domani Conte annuncerà di avere altri parlamentari. Penso che abbiano trovato i numeri per il nuovo governo”, ha aggiunto Renzi. “Si passa al governo Conte-Mastella. Lo rispettiamo, ma non siamo disponibili a essere complici del più grande sperpero di denaro pubblico”.

GLI SVILUPPI DA WASHINGTON

L’attenzione degli investitori è anche per gli sviluppi attesi da Washington. Il vicepresidente Mike Pence ha fatto sapere che non ha intenzione di rimuovere Donald Trump, facendo riferimento al 25esimo emendamento. Resta l’opzione impeachment che però comporta tempi lunghi e potrebbe concludersi dopo l’insediamento del presidente eletto Joe Biden, in programma tra una settimana, il 20 gennaio.

PETROLIO IN RIALZO, SPREAD IN AUMENTO

Salgono le quotazioni del greggio, con il Brent marzo che arriva a toccare 57 dollari al barile, mentre il Wti febbraio è scambiato a 53,57 dollari al barile. Sul fronte valutario, euro/dollaro in netto rialzo a 1,2214 da 1,2155 segnato ieri. Lo spread apre a 115 punti base, in aumento di 2 pb rispetto alla chiusura di ieri.