Italia markets closed

La ricetta della Bielorussia contro il coronavirus: vodka e sauna

Chiara Merico
La ricetta della Bielorussia contro il coronavirus: vodka e sauna

Il presidente Lukashenko parla di “psicosi” e invita i cittadini a continuare a guidare il trattore, bere vodka e fare saune, anche se negli ultimi giorni sono comparse le prime parziali misure di contenimento

In un mondo bloccato dall’emergenza coronavirus la Bielorussia segue una strada alternativa: nell’ex repubblica sovietica la vita scorre quasi immutata. I dati ufficiali riportano solo 88 contagi e nessun morto, per cui si continuano a giocare le partite di calcio e i ristoranti sono regolarmente aperti.

TRATTORI, VODKA E SAUNA

Per il presidente Aleksander Lukashenko, al potere dal lontano 1994, l’epidemia non è altro che “una psicosi” che alimenta “un panico più pericoloso del virus stesso". Per cui il presidente ha invitato i concittadini a proseguire con le normali attività, come guidare i trattori - che il suo Paese produce in massa - perché "il trattore guarisce tutti". Nell'elenco delle cure miracolose il capo di Stato della repubblica ex sovietica ha inserito anche vodka e sauna.

PRIME PARZIALI MISURE

Tuttavia, come riferisce l’Agi, da qualche giorno la situazione è cambiata: anche se le autorità ripetono che il lockdown non è una soluzione, gli over 65 sono stati invitati a restare in casa, gli alunni hanno il permesso di non andare a scuola e molte aziende hanno optato per lo smartworking, anche se bar e locali restano aperti senza particolari indicazioni.

Arriva la grappa spray come disinfettante per la gola

Arriva la grappa spray come disinfettante per la gola


RISCHIO PER UN’ECONOMIA FRAGILE

E anche se la viceministra della Salute ha assicurato che tutti i portatori di coronavirus sono stati isolati e ricoverati, compresi gli asintomatici, secondo alcuni analisti alla base della politica negazionista ci sarebbe la difficile situazione economica del Paese, da tempo in crisi a causa delle tensioni con la Russia. “Apparentemente Lukashenko ha deciso che fermare l'economia sarebbe un suicidio", ha spiegato l'analista Artiom Chraibman.