Italia markets open in 8 hours 21 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    -0,0027 (-0,22%)
     
  • BTC-EUR

    26.649,92
    -839,81 (-3,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    653,79
    -23,11 (-3,41%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

La seconda ondata frena ripresa nell’eurozona. Pil -7,3% nel 2020

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 22 dic. (askanews) - Dopo il marcato aumento nel terzo trimestre, nell'area dell'euro l'attività economica è attesa diminuire nel quarto, condizionata dall'emergenza sanitaria e dalle nuove misure di contenimento della diffusione del Covid. L'inflazione annuale si attesterà su livelli decisamente contenuti per poi accelerare progressivamente a partire dal primo trimestre del 2021. Il quadro previsivo è caratterizzato da una elevata incertezza, con rischi sia al rialzo sia al ribasso, legati, all'evoluzione della pandemia, alla tempistica dell'introduzione dei vaccini e all'atteso impatto dei fondi previsti dal piano Next Generation. E' quanto emerge dall'Eurozone economic outlook realizzato da Ifo, Istat e Kof. Il quadro previsivo - si legge - è caratterizzato da una elevata incertezza, con rischi sia al rialzo sia al ribasso, legati, all'evoluzione della pandemia, alla tempistica dei vaccini e all'atteso impatto dei fondi previsti dal piano Next Generation. Nel quarto trimestre la debolezza di consumi e investimenti si rifletterebbe sul Pil (-2,7%) determinando un calo dell'intero anno 2020 pari a -7,3%. Il Pil è atteso recuperare nel primo trimestre 2021 (+0,7%) per poi accelerare nel secondo trimestre (+3,0%).

Cam