Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.232,92
    -1.032,45 (-3,01%)
     
  • Nasdaq

    13.147,67
    -621,25 (-4,51%)
     
  • Nikkei 225

    27.588,37
    +66,11 (+0,24%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    -0,0037 (-0,33%)
     
  • BTC-EUR

    30.350,83
    -1.088,83 (-3,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    778,77
    -31,83 (-3,93%)
     
  • HANG SENG

    24.656,46
    -309,09 (-1,24%)
     
  • S&P 500

    4.234,45
    -163,49 (-3,72%)
     

La senatrice Rauti lancia la petizione contro l'utero in affitto

·1 minuto per la lettura
maternità surrogata
maternità surrogata

La senatrice di Fratelli d’Italia, Isabella Rauti, ha lanciato anche a Mantova la raccolta di firme per spingere il Parlamento a discutere la proposta di legge presentata dal suo partito nel 2018 sulla maternità surrogata

Mantova, petizione contro maternità surrogata

Anche a Mantova la senatrice Isabella Rauti, ha lanciato una petizone contro la pratica del cosiddetto “utero in affitto” che FdI sta promuovendo in tutta Italia.

In particolare si chiede che venga discussa in Parlamento la proposta di legge – con prima firmataria Giorgia Meloni – per la modifica della legge 40 sulla fecondazione assistita.

Maternità surrogata, la proposta della Legge Meloni

Una legge depositata nel 2018 ma che , spiega la Rauti ” è ferma in Commissione da tempo. Noi chiediamo che il Parlamento la discuta perchè questo vuoto normativo purtroppo genera una violazione dei diritti dei bambini nascituri e una violazione dei diritti delle donne, nonchè una commercializzazione del corpo delle donne e lo sfruttamento delle loro condizioni di povertà”.

“Rendere la maternità surrogata un reato universale”

Il vuoto normativo si riferisce al fatto che, anche se la legge italiana vieta la maternità surrogata, come spiega la Rauti; “Se un cittadino italiano ricorre all’estero – ove è consentita – tornando in Italia, avendo ottenuto un bambino con una surrogazione di maternità – non è perseguibile. Se fosse un reato universale invece quel cittadino sarebbe perseguibile anche in Italia ed è esattamente quello che noi chiediamo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli