Italia markets open in 8 hours 29 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2055
    -0,0032 (-0,27%)
     
  • BTC-EUR

    41.254,84
    +3.379,38 (+8,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

La sterlina si rafforza sulle speranze di fine lockdown

Redazione
·1 minuto per la lettura
La sterlina si rafforza sulle speranze di fine lockdown
La sterlina si rafforza sulle speranze di fine lockdown

Settimana scorsa la sterlina ha recuperato quota $1,40, un massimo di quasi tre anni, con un rafforzamento da metà dicembre del 5,5% contro dollaro e del 6,5% contro euro

Un rimbalzo dopo l’accordo di Brexit con Bruxelles raggiunto in extremis a dicembre 2020 era atteso, ma forse non così spettacolare. Settimana scorsa infatti la sterlina ha recuperato quota $1,40, un massimo di quasi tre anni, con un rafforzamento da metà dicembre del 5,5% contro dollaro e del 6,5% contro euro.

VACCINO DELLA RIVINCITA PER LA STERLINA

In realtà non si tratta di un massimo post-referendum del 2016, perché quota 1,4 su dollaro era già stata violata a inizio 2018 al traino di un euro molto forte. A spingere il pound non è stato tanto l’accordo commerciale finalmente raggiunto quanto il successo del programma di vaccinazione anti-virus partito decisamente bene, che ha acceso speranze di una fine anticipata dei lockdown.

VERSO LA RIPRESA

Questo potrebbe condurre a un recupero anticipato dei livelli di attività economica pre-pandemia, smentendo le attese degli analisti che fino a poco fa davano la Gran Bretagna in netto ritardo rispetto all’Europa. E a questo punto potrebbero venir smentite anche le previsioni che la Bank of England l’anno prossimo possa vedersi costretta a ricorrere a tassi di interesse negativi.