Italia markets open in 6 hours 38 minutes
  • Dow Jones

    33.891,02
    -34,99 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.887,45
    -119,50 (-1,00%)
     
  • Nikkei 225

    27.787,85
    +94,20 (+0,34%)
     
  • EUR/USD

    1,0738
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    21.264,32
    -361,12 (-1,67%)
     
  • CMC Crypto 200

    523,51
    -1,62 (-0,31%)
     
  • HANG SENG

    21.222,16
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.111,08
    -25,40 (-0,61%)
     

La Svezia ha raggiunto il tasso di fumo più basso d'Europa ed è sulla buona strada per diventare ufficialmente Smoke-Free - L'UE deve prenderne atto

STOCCOLMA, December 06, 2022--(BUSINESS WIRE)--Le autorità svedesi hanno confermato ufficialmente che l'attuale livello di fumo in Svezia è sceso al 5,6%. Questo fa degli svedesi l'unica nazione europea vicina a raggiungere l'obiettivo di non fumare fissato dall'UE con 18 anni di anticipo rispetto all'obiettivo del 2040.

In un evento organizzato dalla Oral Nicotine Commission a Stoccolma, i partecipanti hanno fatto il punto sugli incredibili risultati e sulla leadership della Svezia nella corsa all'eliminazione del fumo. Sta per diventare il primo Paese al mondo a essere definito "Smoke-Free", con una percentuale di fumatori inferiore al 5% della popolazione.

Dagli anni '80 il tasso di fumo in Svezia è sceso dal 35% a meno del 6%, un risultato che non è ancora stato replicato da nessun'altra nazione al mondo. Il tasso di fumo più basso in Europa è il doppio di quello svedese, con una media europea che si aggira intorno al 23%, quattro volte superiore a quella svedese. Il risultato è il tasso di mortalità da tabacco più basso d'Europa.

Un gruppo di importanti professionisti della salute pubblica, di sostenitori dei consumatori e di esperti di riduzione del danno, riunitisi a Stoccolma il 30 novembre 2022 per celebrare questo risultato, ha ribadito l'invito ai responsabili politici di tutto il mondo a garantire la disponibilità di alternative meno dannose al fumo per aiutare i fumatori a smettere.

Commentando l'evento, il dottor Delon Human, presidente di Health Diplomats e organizzatore dell'evento a Stoccolma, ha dichiarato: "Se tutti i fumatori del mondo, circa 1,1 miliardi di persone, passassero a uno dei meno dannosi prodotti alternativi smoke-free e a base di nicotina, si potrebbero prevenire malattie e salvare milioni di vite in tutto il mondo. La Svezia ha trovato la via d'uscita per i fumatori. Dobbiamo lavorare insieme per ripetere l'esperienza svedese a livello globale e salvare vite umane".

Questa incredibile storia di successo ha dato ai partecipanti la possibilità di comprendere meglio la ricetta svedese per il successo, la cui chiave è l'apertura verso alternative meno dannose al fumo. Lo snus è stato in prima linea nelle misure di riduzione, ma negli ultimi anni le buste di nicotina e le sigarette elettroniche sono diventate un altro strumento prezioso per i fumatori svedesi che vogliono smettere.

Il modello svedese, progressista e favorevole alla riduzione del danno, si distingue chiaramente dalle politiche proposte dalle organizzazioni internazionali a favore del controllo del tabacco. A livello europeo, i sostenitori della riduzione del danno hanno lottato duramente per far riconoscere la riduzione del danno nel Piano europeo per la lotta contro il cancro. L'OMS si rifiuta ancora di riconoscerne il valore, nonostante la riduzione del danno sia esplicitamente riconosciuta nella Convenzione quadro per il controllo del tabacco.

Commentando l'evento, il professor Karl Fagerström ha dichiarato: "L'imminente presidenza svedese dell'UE è una grande opportunità per condividere la storia di successo del 5% con altri Paesi dell'UE. Ci auguriamo che la Svezia sia generosa nel condividere questo know-how a livello internazionale".

I relatori della conferenza hanno sottolineato la necessità di interventi politici solidi e basati su dati concreti per il controllo del tabacco. Ciò si traduce nell'ampia adozione di politiche di riduzione del danno da tabacco che sostengano il percorso per smettere di fumare.

Garantire che le alternative meno dannose al fumo siano economiche, accessibili e convenienti sarà fondamentale per assicurare che altri Paesi possano replicare il successo della Svezia. Questo evento è l'inizio di una discussione necessaria su questo tema.

La Oral Nicotine Commission è un'associazione globale senza scopo di lucro che aiuta a costruire la base di prove e a sensibilizzare i governi, i responsabili della salute pubblica e il pubblico sulla nicotina orale, contrastando così preconcetti e stereotipi negativi e infondati. Si occupa di politica, scienza, questioni relative ai consumatori e innovazioni di prodotto rilevanti. Il suo punto di vista è indipendente da qualsiasi marchio o produttore e si concentra sulle esigenze di salute individuali e della popolazione dei fumatori adulti.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Vedi la versione originale su businesswire.com: https://www.businesswire.com/news/home/20221205005676/it/

Contacts

Dr. Delon Human, Chairman, Oral Nicotine Commission
Email: delon@healthdiplomats.uk