Italia markets open in 8 hours 10 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2054
    -0,0034 (-0,28%)
     
  • BTC-EUR

    41.236,76
    +3.450,77 (+9,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

La view di House of Trading

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Nella sesta puntata di “House of Trading – Le carte del mercato” Pietro Di Lorenzo ha schierato quattro carte verdi e una sola rossa. Le strategie del componente della squadra dei trader hanno riguardato gli indici di Borsa NASDAQ-100 e l’indice guida di Borsa Italiana, il FTSE Mib, il principale cambio valutario EUR/USD e le materie prime petrolio WTI e oro. Solo sul metallo prezioso per eccellenza Di Lorenzo ha fornito una view ribassista, in quanto era attesa una prosecuzione della tendenza discendente di breve periodo. Tra i vari tipi di operatività messi in luce nel corso della trasmissione, è da segnalare la strategia sul principale listino italiano, il FTSE Mib. La tesi di Di Lorenzo si basa sull’ipotesi che i prezzi riescano ad effettuare il pullback sul coriaceo supporto statico posto sulla soglia psicologica dei 23.000 punti che permetta alle quotazioni di riprendere respiro e continuare la tendenza rialzista verso nuovi massimi di periodo.

Il trader ha anche messo in luce come il mercato italiano sia in fase di riprezzamento, con gli investitori rinfrancati dal fatto che a gestire i 209 miliardi di euro del Piano Next Generation EU sia l’ex Presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi. Nel mediolungo periodo le aspettative per il principale paniere italiano sono per una fuoriuscita dalla figura rettangolare compresa tra i 12.500 punti e i 25.000 punti che dura ormai dal mese di ottobre 2008 e che, se violato al rialzo, potrebbe consentire ai compratori di dare vita ad una nuova tendenza ascendente. La strategia operativa messa in luce da Di Lorenzo durante il programma è quindi di matrice long con punto di ingresso localizzato a 23.000 punti. Lo stop loss è stato individuato a 22.500 punti, mentre il target collocato a 23.500 punti. Il Certificato scelto per questo trade è il Turbo Long di BNP Partibas con ISIN a NLBNPIT11AH5 e leva finanziaria fissata al momento della trasmissione a 7,69. Alla chiusura del mercato SeDeX di ieri, la performance è positiva e pari al 0,31%.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long da 23.000 punti con stop loss a 22.500 punti e target a 23.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.250,0000 NLBNPIT11AH5 18/06/21

TURBO LONG 19.000,0000 NLBNPIT10CB6 18/06/21

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short da 23.870 punti con stop loss a 23.300 punti e target a 22.400 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT11J02 18/06/21

TURBO SHORT 26.500,0000 NLBNPIT11DD8 18/06/21 

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online