Italia Markets close in 3 hrs 34 mins

Lagarde: nuovi presidenti Ue sanno che ora bisogna accelerare -2-

Voz

Roma, 16 gen. (askanews) - Secondo Lagarde questa è una fase storica in cui l'Ue si trova a dover affrontare "questioni difficili sia internamente che esternamente. A casa sentiamo voci mettere in discussione il valore dell'integraizone europea - ha rilevato - e la necessità di continuare a lavorare per una Unione stabile e prosperosa"

A livello globale intanto "ci troviamo di fronte a un mondo in cui l'ordine basto sulle regole si indebolisce, in cui crescono vecchi e nuovi poteri e in cui il cambiamento climatico sta diventando la sfida principale della nostra epoca", ha proseguito.

In questo quadro "sarebbe facile abbandonarsi allo status quo sperando che queste sfide semplicemente scompaiano con il trascorrere del tempo. Ma temo che non andrà così", ha avvertito la presidente della Bce.

Bisogna innanzitutto ricordarsi "quanto l'Ue ci ha dato internamente", per poter capire "quanto possiamo ottenere nell'azione esterna" sfruttando la maggiore forza che deriva dall'Unione stessa. Lagarde ha ricordato che secondo alcune stime il Pil procapite degli europei sarebbe oggi di un quinto più basso se dal dopoguerra non ci fosse stata l'integrazione Ue.