Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,94 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,26 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,44 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,42 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    -0,08 (-0,12%)
     
  • BTC-EUR

    47.436,59
    -1.720,94 (-3,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,29 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +0,70 (+0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,85 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8698
    +0,0015 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0952
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Lagarde penalizza il settore bancario

Investimenti Bnp Paribas
·1 minuto per la lettura

Mentre gli indici europei e quelli statunitensi hanno continuato la loro corsa al rialzo, le quotazioni del FTSE Mib hanno iniziato ad arretrare. A venire penalizzato è stato il comparto bancario a causa delle dichiarazioni del Presidente della BCE, Christine Lagarde, al forum dell’FMI. La numero uno dell’istituto centrale ha ribadito come per la distribuzione di valore agli azionisti le banche debbano adottare un atteggiamento prudenziale a causa del rischio di un deterioramento della qualità dei crediti. In generale la situazione economica dell’Italia resta incerta a causa del perdurare delle misure restrittive, con il Presidente del Consiglio Mario Draghi che ha affermato di non avere una data per le prime riaperture.

Focus su vendite al dettaglio dell'Eurozona

La settimana inizia con il focus degli investitori posto sulle rilevazioni macroeconomiche del Vecchio Continente. In particolare le attenzioni saranno rivolte alle vendite al dettaglio di febbraio dell’Eurozona e della Francia. In territorio francese si terranno anche le audizioni di bond governativi a 3, 6 e 12 mesi. I riflettori verranno poi puntati sugli Stati Uniti, con le aspettative di inflazione dei consumatori a marzo e sull’asta dei titoli di Stato a 3 e 6 mesi, oltre a quella a 3 e 10 anni.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online