Italia Markets close in 6 hrs 33 mins

## Lagarde rivendica politica accomodante Bce contro rigoristi -2

Loc

Bruxelles, 11 feb. (askanews) - Intervenendo a Strasburgo per la presentazione del rapporto annuale della Bce al Parlamento europeo, Lagarde ha ricordato che la politica monetaria accomodante degli anni scorsi "ha sostenuto la crescita economica, generando più posti di lavoro e salari più elevati per i cittadini dell'Eurozona", dove "la disoccupazione è scesa al 7,4%, il suo livello più basso da maggio 2008", mentre "i salari sono aumentati a un tasso medio del 2,5% nei primi tre trimestri del 2019, significativamente al di sopra della media di lungo periodo".

Inoltre, durante la sua replica alla fine del dibattito, rispondendo alle critiche tedesche e olandesi secondo cui la politica della Bce sarebbe stata "controproducente" per l'economia, Lagarde ha quantificato in una forbice fra il 2,5% e il 3% il contributo dato dalle cosiddette "misure non convenzionali" della Banca centrale alla crescita dell'Eurozona. Inoltre, ha aggiunto, quelle misure, "hanno contribuito dal 2014 a spingere verso l'alto l'inflazione", che altrimenti sarebbe restata ben più bassa. Anche se rimane ancora da raggiungere l'obiettivo del 2% annuale.

Le "misure non convenzionali" della Bce, ha sottolineato ancora Lagarde, "hanno aiutato e continuano ad aiutare le nostre economie reali. Sia per le imprese che per le famiglie, il costo dei finanziamenti è basso e i volumi dei finanziamenti sono cresciuti e continuano a crescere". (Segue)