Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.534,57
    -451,13 (-1,96%)
     
  • Dow Jones

    33.814,33
    -184,71 (-0,54%)
     
  • Nasdaq

    12.733,20
    -232,14 (-1,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,77 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    91,45
    +0,95 (+1,05%)
     
  • BTC-EUR

    21.504,77
    -1.865,77 (-7,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    513,79
    -27,81 (-5,13%)
     
  • Oro

    1.763,80
    -7,40 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,0041
    -0,0051 (-0,50%)
     
  • S&P 500

    4.240,32
    -43,42 (-1,01%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.730,32
    -47,06 (-1,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8490
    +0,0037 (+0,44%)
     
  • EUR/CHF

    0,9629
    -0,0019 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,3033
    -0,0028 (-0,21%)
     

Landini: qualsiasi governo ci sarà 8 e 9 ottobre saremo in piazza

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 lug. (askanews) - A un anno dall'assalto alla sede della Cgil a Roma, il 9 ottobre, la Cgil sarà in piazza insieme ad altre organizzazioni sindacali da tutto il mondo e col mondo associativo a prescindere dal governo che uscirà dalle elezioni. Ad annunciarlo il segretario, Maurizio Landini, in occasione della presentazione del libro di Gianni Cuperlo.

"In Italia si vota il 25 settembre e le camere si insediano il 13 ottobre, nel mezzo cade una giornata particolare perchè il 9 ottobre dell'anno scorso ci hanno assaltato la sede delle forze di un certo tipo. Ecco noi stiamo pensando che, qualsiasi governo ci sarà, l'8 e il 9 saremo in piazza a sostenere le nostre proposte in modo che sia chiaro prima delle elezioni che qualsiasi governo ci sarà noi le questioni che abbiamo portato avanti le porteremo avanti comunque. E abbiamo intenzione di farlo non solo con le altre organizzazioni ma anche con il mondo associativo", ha annunciato Landini.

"Non sarà - ha precisato - una manifestazione solo del nostro Paese ma ci saranno tantissimi sindacati del mondo: siccome un anno fa quando hanno assaltato la sede, il mondo intero ci ha scritto per quello che è avvenuto, noi non possiamo farlo cadere perchè non è solo un attacco a una Camera del lavoro ma è un disegno più generale di mettere in discussione i soggetti che possono fare della democrazia un elemento vero di partecipazione e in quelle giornate saranno presenti anche gli altri sindacati perchè è un tema di cui si discute non solo in Italia".

"Oggi - ha concluso il sindacalista - siamo in una fase di grandissimo cambiamento dove la democrazia non può essere raccontata ma deve essere partecipata, in cui le persone devono tornare a sentirsi soggetti che sono messi nella condizione di poter decidere del loro futurom cosa che non è avvenuta".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli