Italia Markets closed

Landini: salario minimo Ue potrebbe essere controproducente

Loc

Bruxelles, 23 gen. (askanews) - La direttiva Ue sul salario minimo, che la commissione europea ha proposto la settimana scorsa a Strasburgo, dovrà rafforzare la contrattazione collettiva, o rischia di essere addirittura controproducente, dal punto di vista dei sindacati. Lo ha detto Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, durante in incontro con i giornalisti al parlamento europeo.

Riguardo alla direttiva sul salario minimo, ha affermato Landini, "il problema è come la si fa. Dal nostro punto di vista, bisogna fare provvedimenti legislativi che rafforzino la contrattazione collettiva. E quindi il ruolo dei contratti nazionali di lavoro, che si debbono estendere, e dei contratti di settore".

"Rafforzare la contrattazione - ha aggiunto il leader della Cgil - vuol dire rafforzare i diritti di queste persone. La contrattazione collettiva esiste se le persone che lavorano hanno il diritto, se vogliono, di organizzarsi collettivamente Questo è un punto di fondo".

(segue)