Italia markets close in 5 hours 19 minutes
  • FTSE MIB

    24.355,90
    -335,56 (-1,36%)
     
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.100,38
    -584,99 (-1,97%)
     
  • Petrolio

    63,95
    +0,57 (+0,90%)
     
  • BTC-EUR

    45.772,75
    -1.703,16 (-3,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.245,22
    -53,74 (-4,14%)
     
  • Oro

    1.768,60
    -2,00 (-0,11%)
     
  • EUR/USD

    1,2060
    +0,0019 (+0,16%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     
  • HANG SENG

    29.135,73
    +29,58 (+0,10%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.979,17
    -40,74 (-1,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8626
    +0,0021 (+0,25%)
     
  • EUR/CHF

    1,1043
    +0,0034 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,5098
    +0,0017 (+0,11%)
     

L'appello di Joe Biden: "Vietiamo i fucili d'assalto"

Giacomo Galanti
·Giornalista, HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
Joe Biden (Photo: Alex Wong via Getty Images)
Joe Biden (Photo: Alex Wong via Getty Images)

“Dobbiamo vietare la vendita ai privati di fucili di assalto in stile militare”, che sono le armi responsabili delle più gravi stragi in America. È l’appello lanciato da Joe Biden.

Ricordando anche la strage delle ultime ore in South Carolina, quella in cui sono rimaste uccise cinque persone tra cui due bambini, Biden ha detto: “Basta preghiere, è il tempo dell’azione per fermare una volta per tutte la violenza delle armi”.

Il presidente americano, lanciando una sorta di monito alla Nra, la potente lobby americana delle armi, ha aggiunto: “Nessuno vuole promuovere qualcosa che viola il secondo emendamento della costituzione americana. Ma nessun emendamento è permanente. Chi parla di violazione del secondo emendamento porta avanti argomentazioni ipocrite. Dobbiamo salvare vite umane e risparmiare centinaia di miliardi di dollari se riduciamo questa violenza”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.