Italia markets close in 7 hours 53 minutes
  • FTSE MIB

    25.402,68
    +87,11 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.874,89
    -9,24 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    73,08
    +0,02 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    28.529,72
    +839,34 (+3,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    816,47
    +22,14 (+2,79%)
     
  • Oro

    1.779,80
    +2,40 (+0,14%)
     
  • EUR/USD

    1,1937
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     
  • HANG SENG

    28.851,75
    +541,99 (+1,91%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.123,03
    -0,10 (-0,00%)
     
  • EUR/GBP

    0,8535
    -0,0024 (-0,28%)
     
  • EUR/CHF

    1,0956
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4687
    -0,0006 (-0,04%)
     

Latini (SACE): voglia ripartenza imprese, export verso doppia cifra

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 giu. (askanews) - "In questa nuova normalità l'export resta parte del nostro dna. Il nostro è un punto di osservazione privilegiato delle dinamiche di mercato - ha dichiarato Pierfrancesco Latini, Amministratore delegato di SACE partecipando all'evento organizzato dal Sole24Ore e dal Financial Times - Da un lato leggiamo una forte incertezza, dovuta alla situazione pandemica, e ad un aumento della percezione del rischio da parte delle imprese e del sistema finanziario, che nel concreto si traduce in un aumento delle richieste delle nostre coperture assicurative. Dall'altro c'è una grande voglia di ripartenza delle imprese italiane, confermata anche dalle dinamiche dell'export, tradizionalmente uno dei motori fondamentali della nostra economia, e che di questo passo dovrebbe chiudere il 2021 con una crescita a doppia cifra".

"Tra i prodotti che vanno per la maggiore certamente quelli dedicati al sostegno delle commesse estere. In questo ultimo periodo abbiamo osservato un aumento delle operazioni (sia grandi che piccole) verso l'Africa Subsahariana - un'area ancora poco presidiata dalle imprese Made in Italy e quindi lo vedo come un ottimo segnale - ma anche verso il Medio Oriente (in particolare gli Emirati), verso l'Asia (Vietnam) e verso l'Area Stan - ha aggiunto Latini - Anche le nostre garanzie sono particolarmente richieste. Soprattutto quelle a supporto delle linee di capitale circolante e quelle relative all'emissione di bondistica e cauzioni, entrambe funzionali per l'attivazione di nuovi contratti e commesse. Un segnale sicuramente positivo che lascia intendere, da parte delle imprese, la ricostruzione di strategie e investimenti per la ripartenza".

Latini ha ricordato che gli strumenti di tradizionale supporto all'export delle imprese italiane hanno "registrato un volume complessivo di 30 miliardi di euro di finaziamenti" nel 2020 a cui si aggiungono i fondi di "Garanzia Italia per un totale di 54 miliardi di euro destinati a sostegno del tessuto economico italiano" con 15mila imprese servite, "10mila soltanto nei primi 4 mesi del 2021, soprattutto pmi e midcap".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli