Italia Markets closed

Lavoro, oltre 1700 curricula per 30 posti nel McDonald's di Mestre

Lavoro, inviati oltre 1760 curricula per 30 posti nel McDonald's di Mestre

La crisi c'è, e si manifesta soprattutto quando si tratta di cercare lavoro. Lo sanno bene gli oltre 1760 candidati che in poche ore hanno letteralmente bombardato coi loro curricula il la pagina dedicata alle risorse umane di McDonald's, nella speranza di ottenere uno dei 30 posti da addetti alle vendite e preparazione di cibi per il nuovo punto vendita di Mestre.

L'annuncio delle previste assunzioni era stato diffuso all'inizio del mese di ottobre, e da quel momento il sistema online di McDonald's non ha praticamente mai smesso di ricevere curricula. Una candidatura in massa che la dice lunga sulle difficoltà, per molti italiani, di trovare un lavoro, anche considerando il fatto che l'Italia è uno dei paesi dove la multinazionale del fast food ha riscosso in generale meno simpatie, per via di una tradizione gastronomica a cui gli italiani sono molto attaccati.

Subito dopo la chiusura della prima fase, sono iniziate le selezioni, e Davide Castagnetti, il responsabile delle risorse umane di McDonald’s per l'Italia, spiega al “Gazzettino Veneto” i criteri di selezione adottati: “Abbiamo valutato la capacità di lavorare in squadra, l’attitudine al rapporto con il cliente e altre caratteristiche personali”, dice, ribadendo con orgoglio che “a Mestre abbiamo assunto più di 90 persone in un anno”.

Effettivamente, in un momento di crisi, gli investimenti sul territorio provengono principalmente da multinazionali che se ne possono permettere il peso economico, e nella frazione veneziana sulla terraferma McDonald's ha già aperto, in 12 mesi, ben 3 ristoranti. Che con quelli di prossima apertura diverrano in tutto 5.