Italia markets close in 6 hours 9 minutes
  • FTSE MIB

    26.303,38
    +34,76 (+0,13%)
     
  • Dow Jones

    35.258,61
    -36,15 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.021,81
    +124,47 (+0,84%)
     
  • Nikkei 225

    29.215,52
    +190,06 (+0,65%)
     
  • Petrolio

    83,49
    +1,05 (+1,27%)
     
  • BTC-EUR

    53.160,82
    -407,85 (-0,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.447,76
    -3,88 (-0,27%)
     
  • Oro

    1.781,50
    +15,80 (+0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,1666
    +0,0047 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    4.486,46
    +15,09 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    25.787,21
    +377,46 (+1,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.159,24
    +7,84 (+0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8450
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0714
    -0,0010 (-0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4365
    +0,0001 (+0,01%)
     

Lavoro, Cipolletta: Patto Sociale per scambiare che cosa?

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 set. (askanews) - "Un nuovo patto sociale? Sono ormai quasi 30 anni che si sogna di tornare ad avere un patto sociale come quello raggiunto prima da Giuliano Amato e poi da Carlo Azeglio Ciampi nei governi dell'epoca di Tangentopoli. La visita di Draghi all'assemblea di Confindustria ha riacceso le speranze che imprese e sindacati si siedano a un tavolo per siglare una pace". Lo rileva Innocenzo Cipolletta, presidente di Ubs Corporate Finance Italia e presidente onorario di Assonime, in un commento su Inpiù.

"Certo - puntualizza l'economista - l'assenza di conflitti può favorire i processi di riforma e la crescita economica, ma un patto sociale non è una dichiarazione di pace, bensì è un accordo dove le parti si scambiano qualcosa. Negli anni '90 scambiammo la fine della scala mobile con un nuovo sistema di contrattazione, ciò che consentì la caduta dell'inflazione e la ripresa dell'economia".

"Qual è lo scambio necessario e possibile oggi? Difficile da trovare perché le parti sociali - sottolinea Cipolletta - non hanno molto da scambiarsi di materie di loro pertinenza, ma hanno i dee diverse su strumenti dello Stato: come gli ammortizzatori sociali, il peso delle tasse, la pensioni e altro. In queste condizioni, l'accordo tra le parti sociali rischia sempre di essere fatto a spese di un terzo, ossia lo Stato. E non credo - conclude l'economista - che questa sia l'idea che Mario Draghi abbia di patto sociale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli