Italia markets close in 32 minutes
  • FTSE MIB

    25.628,38
    +138,16 (+0,54%)
     
  • Dow Jones

    34.975,55
    +182,88 (+0,53%)
     
  • Nasdaq

    14.859,09
    +78,56 (+0,53%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • Petrolio

    68,59
    +0,44 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    32.826,80
    -427,86 (-1,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    972,59
    -3,30 (-0,34%)
     
  • Oro

    1.804,80
    -9,70 (-0,53%)
     
  • EUR/USD

    1,1843
    0,0000 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    4.421,12
    +18,46 (+0,42%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.157,55
    +12,65 (+0,31%)
     
  • EUR/GBP

    0,8495
    -0,0026 (-0,31%)
     
  • EUR/CHF

    1,0734
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4772
    -0,0073 (-0,49%)
     

Lavoro, con il Covid aumentano le ore di straordinari “gratis”

·3 minuto per la lettura
Lavoro, con il Covid aumentano le ore di straordinari “gratis”
Lavoro, con il Covid aumentano le ore di straordinari “gratis”

La pandemia ha cambiato profondamente le abitudini e il lavoro. Tra gli aspetti negativi dello smart working: gli straordinari non pagati, più lavoro e pagamenti in ritardo

Il Covid ha cambiato le abitudini ma anche il lavoro. Con lo smart working, infatti, per milioni di italiani l’ufficio è diventata la casa, con i pro ma anche i contro del caso. Tra gli effetti non certo positivi del lavoro agile, c’è anche più tempo libero “regalato” dai lavoratori italiani alla propria azienda. Ecco a quanto ammonta.

LA RICERCA

Secondo lo studio redatto dall’ADP Research Institute dal titolo “People at Work 2021”, la quantità media di tempo libero “regalato” dai lavoratori italiani alla propria azienda è aumentato di circa due ore a persona a settimana con la pandemia. La ricerca si basa su un campione di 32mila lavoratori intervistati, in 17 Paesi, tra il 17 novembre e l’11 dicembre 2020, tra cui 2mila in Italia.

GLI STRAORDINARI GRATIS

È emerso che la quantità media di straordinari gratis ogni settimana è di circa 9,2 ore a persona, mentre prima del Covid, quindi con le interviste realizzate nel precedente rapporto, la quota raggiungeva 7,3 ore settimanali. Il Covid-19 ha influito anche negativamente sulle paghe e prestazioni, con più di tre lavoratori su cinque (63%) che ha ricevuto pagamenti errati oppure in ritardo.

LA REGIONE PIÙ INTERESSATA

Quali sono i lavoratori con gli straordinari non pagati? Quelli della regione Asia Pacifica, che comprende Australia, Cina, India, Giappone e Corea del Sud. Quest’area è quella più colpita, in cima alla classifica della quantità di straordinari non pagati, con una media settimanale di 9,9 ore.

LA SICUREZZA DEL LAVORO

Secondo la ricerca, nonostante i segnali di ripresa, resta il disagio legato alla sicurezza del lavoro che domani le attuali sensazioni dei lavoratori. L’85% dei lavoratori, infatti, è preoccupato per il lavoro e per la propria sicurezza finanziaria. Quasi due terzi della forza lavoro globale (64%) ha dovuto fare i conto con effetti negativi sul lavoro nei mesi della pandemia e oltre un quarto (28%) ha perso il lavoro, è stato licenziato o temporaneamente messo in cassa integrazione dalla propria azienda.

LA FASCIA DI ETÀ PIÙ COLPITA

La fascia di età che ha maggiormente subito gli effetti negativi della pandemia sul piano professionale, è quella compresa tra i 18 e i 24 anni, con quasi quattro persone si cinque (78%) alle prese con problemi professionali e due su cinque (39%) con perdita del lavoro, licenziamento o aspettativa presso la propria azienda.

AUMENTA IL LAVORO AGILE

Smart working o lavoro agile. Il concetto del lavoro da remoto, quasi sempre da casa, è lo stesso. Durante i lockdown e le restrizioni imposte dalla pandemia, questa modalità di lavoro è stata largamente utilizzata e sembra destinata a restare anche come modalità nel post Covid. Secondo i dati dallo studio dell’ADP Research Institute, più di due terzi (67%) dei lavoratori pensa di sfruttare contratti di lavoro flessibile nelle proprie aziende, rispetto al poco più di un quarto (26%) del periodo precedente alla pandemia. Il 68% dei lavoratori che ha accettato nuove responsabilità ha ricevuto un aumento di stipendio o un bonus.

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli