Italia markets closed

Lavoro, Inail: in 5 mesi -23% denunce infortuni, +10,5% casi ... -4-

Mlp

Roma, 30 giu. (askanews) - L'analisi territoriale evidenzia nei primi cinque mesi del 2020 un calo delle denunce di infortunio in tutte le aree del Paese. Questa flessione risulta essere decisamente più contenuta nel Nord-Ovest (-11,0%) e più accentuata nel Nord-Est (-25,8%), al Centro (-28,6%), al Sud (-32,3%) e nelle Isole (-30,5%). Se si limita il confronto al solo trimestre marzo-maggio, i cali registrati nelle singole ripartizioni geografiche sono più evidenti: -16% per il Nord-Ovest, -40% circa per il Nord-Est, -45% per il Centro e -50% circa per Sud e Isole.

La flessione che emerge dal confronto dei primi cinque mesi del 2019 e del 2020 è legata soprattutto alla componente maschile, che registra un -30,6% (da 169.837 a 117.868 denunce), mentre per quella femminile si attesta al -10,0% (da 99.594 a 89.604). Nei mesi di marzo-maggio, in particolare, rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, le denunce si sono praticamente dimezzate per i lavoratori (-48,7%) e ridotte del 12,8% per le lavoratrici.

Tra gennaio e maggio la diminuzione ha interessato sia i lavoratori italiani (-23,9%), sia quelli comunitari (-11,3%) ed extracomunitari (-20,5%), con cali percentuali più sostenuti se limitati al confronto del solo trimestre marzo-maggio. Dall'analisi per classi di età emergono decrementi generalizzati in tutte le fasce, ma più contenute per i lavoratori tra i 45-64 anni. (Segue)