Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.956,04
    -482,22 (-1,53%)
     
  • Nasdaq

    11.197,93
    -326,62 (-2,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.049,47
    +178,20 (+0,66%)
     
  • EUR/USD

    1,0529
    -0,0058 (-0,55%)
     
  • BTC-EUR

    19.299,71
    -624,51 (-3,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    441,49
    -8,57 (-1,90%)
     
  • HANG SENG

    22.418,97
    +189,45 (+0,85%)
     
  • S&P 500

    3.824,18
    -75,93 (-1,95%)
     

Lavoro, Istat: ad aprile -12mila occupati, su anno +670mila

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 giu. (askanews) - Dopo due mesi di forte crescita, ad aprile, il numero di occupati mostra una lieve flessione, restando comunque superiore a 23 milioni. L'occupazione, dunque, diminuisce (-0,1%, pari a -12mila) per le donne, gli autonomi e le persone di età compresa tra i 35 e i 49 anni, rimane sostanzialmente stabile tra i dipendenti, mentre aumenta per gli uomini, gli under35 e gli ultracinquantenni. Il tasso di occupazione resta invariato al 59,9%. E' la stima preliminare diffusa dall'Istat.

Nel confronto annuale con aprile 2021, la crescita del numero di occupati è pari a 670 mila unità: in oltre la metà dei casi si tratta di dipendenti a termine, la cui stima supera i 3 milioni 150 mila, il valore più alto dal 1977.

Il numero di occupati ad aprile 2022 è superiore a quello di aprile 2021 del 3% e l'aumento è trasversale per genere, età e posizione professionale: l'unica variazione negativa si registra per i lavoratori tra i 35 e i 49 anni per effetto della componente demografica. Il tasso di occupazione, in aumento di 2,3 punti percentuali, sale infatti per tutte le classi di età.

Confrontando il trimestre febbraio 2022-aprile 2022 con quello precedente (novembre 2021-gennaio 2022) si registra un aumento del livello di occupazione pari allo 0,6%, per un totale di 141mila occupati in più.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli