Italia markets close in 8 hours 23 minutes
  • FTSE MIB

    24.691,46
    -52,92 (-0,21%)
     
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.100,38
    -584,99 (-1,97%)
     
  • Petrolio

    64,08
    +0,70 (+1,10%)
     
  • BTC-EUR

    44.506,08
    -2.795,25 (-5,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.204,64
    -94,32 (-7,26%)
     
  • Oro

    1.768,90
    -1,70 (-0,10%)
     
  • EUR/USD

    1,2071
    +0,0031 (+0,25%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     
  • HANG SENG

    29.112,38
    +6,23 (+0,02%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.019,91
    -13,08 (-0,32%)
     
  • EUR/GBP

    0,8619
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,1039
    +0,0030 (+0,28%)
     
  • EUR/CAD

    1,5072
    -0,0009 (-0,06%)
     

Lavoro, Istat: donne guadagnano meno, per le dirigenti -27,3%

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 mar. (askanews) - Le donne guadagnano meno degli uomini. Il differenziale retributivo di genere è più alto tra i dirigenti (27,3%) e i laureati (18%). E' quanto emerge dal report dell'Istat sulla struttura delle retribuzioni nel 2018.

Il differenziale retributivo di genere (Gender Pay Gap), calcolato come differenza percentuale tra la retribuzione oraria media di uomini e donne rapportata alla retribuzione oraria degli uomini, nel 2018 è pari al 6,2% e raggiunge il 15,9% nei Servizi di mercato e il 14,2% nell'Industria in senso stretto.

La retribuzione media annua più bassa è quella delle donne con livello di istruzione primaria (24.738 euro), la più alta è quella degli uomini con livello di istruzione terziaria (53.816 euro). A parità di livello di istruzione, i dipendenti uomini hanno retribuzioni medie annue sempre superiori alle donne: il 20,5% in più nel caso di istruzione primaria e il 21,7% se l'istruzione è secondaria. Il divario raddoppia per l'istruzione terziaria (45,7%).

L'incremento retributivo associato al titolo di studio è diverso tra uomini e donne, soprattutto per i dipendenti con istruzione terziaria. Se infatti le donne con titolo di studio di livello secondario percepiscono in media una retribuzione del 20,9% superiore a quella delle donne con istruzione primaria (un divario del tutto simile a quello degli uomini, pari al 22,1%), tra le donne con istruzione terziaria il gap sale al 49,3% ed è poco oltre la metà di quello rilevato per gli uomini, pari all'80,5%.