Italia markets close in 1 hour 39 minutes
  • FTSE MIB

    24.631,44
    +9,72 (+0,04%)
     
  • Dow Jones

    34.165,39
    -264,49 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    11.401,13
    -60,37 (-0,53%)
     
  • Nikkei 225

    27.820,40
    +42,50 (+0,15%)
     
  • Petrolio

    82,19
    +2,21 (+2,76%)
     
  • BTC-EUR

    16.316,14
    +115,43 (+0,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    407,92
    -3,30 (-0,80%)
     
  • Oro

    1.786,30
    -9,60 (-0,53%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0028 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.041,20
    -30,50 (-0,75%)
     
  • HANG SENG

    19.518,29
    +842,94 (+4,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,18
    -15,72 (-0,40%)
     
  • EUR/GBP

    0,8614
    +0,0042 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    0,9905
    +0,0038 (+0,38%)
     
  • EUR/CAD

    1,4187
    +0,0001 (+0,01%)
     

Lavoro, Margiotta (Confsal): "A incontro con Calderone con preoccupazioni e fiducia"

(Adnkronos) - "Siamo alla vigilia dell’incontro con le parti sociali opportunamente convocato dal nuovo Ministro del Lavoro e siamo pronti al confronto animati da grande preoccupazione ma anche da motivata fiducia". Lo afferma il Segretario Generale della Confsal, Angelo Raffaele Margiotta sull’incontro che il nuovo Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Marina Calderone ha convocato per il pomeriggio di venerdì 4 novembre. "Avvertiamo - aggiunge - una forte preoccupazione a causa dei tanti e gravissimi problemi che attanagliano il mondo del lavoro: le politiche attive non funzionano e la disoccupazione giovanile non trova sbocchi, i salari sono troppo bassi mentre il costo del lavoro è troppo alto, le misure per la sicurezza non vanno nella direzione giusta tant’è che gli infortuni sul lavoro aumentano, il sistema previdenziale fa acqua 'da tutte le parti' e così i lavoratori non potranno contare su una pensione equa".

Margiotta ricorda che "sono tutte problematiche che richiedono soluzioni urgenti ed efficaci. Ci accingiamo all’incontro col ministro Calderone con una grande determinazione e con la fiducia che deriva dall’avere come interlocutore un ministro che di lavoro sa molto e che nel mondo del lavoro ha sempre vissuto e operato, con qualificata competenza e grande impegno sociale".

Il segretario Confsal conclude dichiarando la piena disponibilità della Confederazione da lui guidata: "Nell’interesse dei lavoratori rappresentati e del Paese, la Confsal metterà a disposizione della discussione la propria disponibilità a l'interlocuzione e al confronto istituzionale, mettendo lealmente a disposizione il proprio grande patrimonio di studi e di analisi, di conoscenza e di proposta sui vari dossier".