Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,68 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,67 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    45.919,90
    -5.398,27 (-10,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1021
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Lazio-Torino resta a rischio rinvio: i granata anticipano i tamponi, lunedì il parere dell'Asl

AP e FZ
·1 minuto per la lettura

Lazio-Torino in programma martedì alle 18.30 è a forte rischio rinvio, così come successo per il match di venerdì scorso tra i granata e il Sassuolo (riprogrammato mercoledì 17 marzo). Tutto dipenderà dall'Asl di Torino che lunedì darà il suo parere decisivo: i test effettuati sabato dai componenti del gruppo squadra del Torino hanno dato esito negativo, se tale situazione dovesse ripetersi lunedì, l'Asl potrebbe sancire la fine del focolaio all'interno della squadra di Nicola e permettere al gruppo di partire verso Roma.

LA SITUAZIONE - Il Torino ha fatto la sua parte, ha anticipato l’orario dei tamponi molecolari, non nel tardo pomeriggio, come avvenuto negli scorsi giorni, ma al mattino presto, in modo anche da permettere a Davide Nicola di effettuare almeno l’allenamento di rifinitura, visto che negli ultimi giorni i suoi giocatori hanno potuto allenarsi esclusivamente in modalità individuale. Ora aspetta l'esito dei test e la decisione dell'Asl: in caso di luce verde partirà per la Capitale con ​appena 12 i calciatori di movimento negativi al Covid. Tra questi c’è anche Antonio Sanabria che, di fatto, non si allena da quasi un mese perché a sua volta colpito dal Covid.