Italia markets close in 6 hours 50 minutes
  • FTSE MIB

    24.736,19
    -8,19 (-0,03%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • Petrolio

    63,15
    +0,02 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    47.479,85
    -933,61 (-1,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.298,37
    -93,34 (-6,71%)
     
  • Oro

    1.786,30
    +6,10 (+0,34%)
     
  • EUR/USD

    1,2028
    +0,0048 (+0,40%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,56
    +1,57 (+0,04%)
     
  • EUR/GBP

    0,8659
    +0,0003 (+0,04%)
     
  • EUR/CHF

    1,1003
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,5003
    +0,0018 (+0,12%)
     

Le Borse europee aprono con poco slancio dopo l'ennesimo rally

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
Le Borse europee aprono con poco <br/> slancio dopo l'ennesimo rally
Le Borse europee aprono con poco
slancio dopo l'ennesimo rally

Nonostante le parole della Bce e la firma di Biden sul piano di aiuti economici, i listini del Vecchio Continente hanno aperto le contrattazioni poco al di sotto della parità

Dopo un’ultima sessione positiva, le Borse europee perdono slancio. I principali listini del Vecchio Continente hanno aperto le contrattazioni tutti al di sotto della parità. Piazza Affari cede lo 0,2%, così come Londra e Parigi. Francoforte registra un ribasso dello 0,3%, Madrid dello 0,1%. Continua il calo dello spread Btp/Bund, poco al di sopra dei 92 punti base.

BCE E VACCINI

La Banca Centrale Europea nella riunione di giovedì ha promesso di intensificare “in modo significativo” i propri sforzi nell’acquisto di obbligazioni nel secondo trimestre dell’anno. Le dichiarazioni di Christine Lagarde hanno attenuato le paure degli investitori per l’aumento dei rendimenti dei titoli di Stato, che potrebbe minare la ripresa economica del Vecchio Continente. L’Agenzia europea per i medicinali ha dato il via libera al vaccino monodose di Johnson & Johnson, mentre si prepara a una nuova analisi sul siero di AstraZeneca, ritirato per il verificarsi di effetti collaterali.

L’OTTIMISMO DI BIDEN

A proposito di vaccini, negli Stati Uniti la biontech Novavax si prepara a chiedere l’autorizzazione d'emergenza dopo che gli ultimi test hanno confermato un’efficacia del suo siero del 90% anche per la variante inglese del virus, percentuale che si abbassa però al 48,6% con il ceppo sudafricano. Intanto giovedì è arrivata la firma di Biden sul pacchetto di aiuti economici da 1.900 miliardi di dollari. Il presidente degli Stati Uniti vuole accelerare la campagna di vaccinazione per permettere ai cittadini di celebrare l’Indipendence Day il 4 di luglio in condizioni di semi-normalità. Nonostante ciò, il nuovo rialzo del rendimento dei titoli di Stato decennale all’1,57% frena i futures Usa, che oscillano intorno alla parità.

ASIA CONTRASTATA

L’ottimismo di Biden per la campagna di vaccinazione negli Stati Uniti ha coinvolto anche le Borse asiatiche. Il Nikkei di Tokyo ha chiuso le contrattazioni in rialzo dell’1,73%, Shanghai dello 0,4%. Non bene invece Hong Kong, che perde il 2,34%.

CALO DEL PETROLIO

Continua l’altalena del petrolio, con il Wti che cede lo 0,7% a 65,56 dollari al barile. In ribasso anche il Brent, che perde lo 0,62% a 69,2 dollari al barile. Nel valutario, il cambio tra euro e biglietto verde è a 1,195, in calo dello 0,3%.