Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.988,13
    +28,13 (+0,09%)
     
  • Nasdaq

    13.645,79
    +9,80 (+0,07%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,18
    -276,11 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,2170
    +0,0025 (+0,21%)
     
  • BTC-EUR

    26.512,28
    +125,29 (+0,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    652,01
    +4,68 (+0,72%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.856,75
    +1,39 (+0,04%)
     

Le Borse europee in rialzo dopo la Fed

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
Le Borse europee in rialzo dopo la Fed
Le Borse europee in rialzo dopo la Fed

Semaforo verde sui listini del Vecchio Continente, spinti dal nuovo piano di aiuti Usa da 900 miliardi e dalle parole di Powell della Fed che rafforza il piano di acquisti. Petrolio in crescita

I mercati europei aprono in positivo, dopo i progressi al Congresso Usa sul nuovo piano di aiuti da 900 miliardi di dollari e l’ulteriore mossa di politica monetaria espansiva della Federal Reserve. Milano apre a +0,46%, Francoforte a +0,96%, Parigi +0,60%, Madrid +0,44% e Londra +0,37%. La Borsa di Tokyo chiude la giornata di contrattazioni in progresso dello 0,2%, con l’indice Nikkei spinto da high-tech e attese sui vaccini.

ATTESA PER IL PIANO USA

Restano i timori di nuovi lockdown sui listini, dopo le recenti restrizioni decise in Germania e con l’Italia che va verso una zona rossa nazionale nei giorni di Natale. Ad aumentare l’incerta anche la Brexit che, nonostante il recente ottimismo, resta ancora senza accordo. A rassicurare gli investitori, invece, il nuovo piano di aiuti fiscali Usa da 900 miliardi di dollari e la politica espansiva della Fed.

LA FED RAFFORZA L’IMPEGNO

Ieri nell’ultima riunione del FOMC della Federal Reserve, Jerome Powell ha annunciato un rafforzamento del programma di acquisto di titoli di debito federale, ma senza una concentrazione degli acquisti sulla parte lunga della curva per frenare le aspettative di inflazione. Wall Street ha apprezzato l’intervento della Fed, ma non si è entusiasmata, con gli indici che hanno chiuso in moderato rialzo (S&P 500 +0,18% e Nasdaq +0,50%), tranne il Dow Jones (-0,15%).

IL PETROLIO NON FERMA LA CORSA

Risalgono le quotazioni del greggio, con il Brent che sfiora i 52 dollari al barile, in rialzo dell’1,4%, mentre il Wti è scambiato a 48,5 dollari al barile, in rialzo dell’1,42%. Lo spread in avvio si attesta sui 110 punti base, sullo stesso livello della precedente chiusura. In lieve rialzo il rendimento del Btp decennale che tocca lo 0,55%, dallo 0,54% della chiusura di ieri.