Italia markets closed
  • FTSE MIB

    17.943,11
    +70,83 (+0,40%)
     
  • Dow Jones

    26.501,60
    -157,51 (-0,59%)
     
  • Nasdaq

    10.911,59
    -274,00 (-2,45%)
     
  • Nikkei 225

    22.977,13
    -354,81 (-1,52%)
     
  • Petrolio

    35,72
    -0,45 (-1,24%)
     
  • BTC-EUR

    11.625,74
    +237,87 (+2,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    265,42
    +1,78 (+0,68%)
     
  • Oro

    1.878,80
    +10,80 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1650
    -0,0029 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.269,96
    -40,15 (-1,21%)
     
  • HANG SENG

    24.107,42
    -479,18 (-1,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    2.958,21
    -1,82 (-0,06%)
     
  • EUR/GBP

    0,8992
    -0,0040 (-0,44%)
     
  • EUR/CHF

    1,0672
    -0,0013 (-0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5515
    -0,0035 (-0,23%)
     

Le Borse tentano la via del rimbalzo

Fabrizio Arnhold
·2 minuti per la lettura
Le Borse tentano la via del rimbalzo
Le Borse tentano la via del rimbalzo

I listini del Vecchio Continente provano a rialzare la testa dopo i cali di ieri. Piazza Affari apre in rialzo dopo il referendum. Petrolio in discesa, spread poco mosso

Dopo il lunedì nero, le Borse europee provano a rialzare la testa. Milano in avvio di contrattazioni segna +0,80%, Francoforte +0,59%, Parigi +0,48%, Madrid +0,88% e Londra +0,38%. Anche Wall Street ieri ha chiuso la giornata in calo, anche se è riuscita a contenere le perdite grazie a Apple (+3%), Netflix (+3,7%) e Zoom (+6,7%). Lo S&P 500, per la prima volta da febbraio, ha chiuso la quarta seduta consecutiva in negativo (-1,16%).

IL LUNEDì NERO

La seduta di ieri è stata caratterizzata dalle forti vendite, con cali fino al 4% in tutta Europa, a causa dei timori per i nuovi lockdown, a seguito dai contagi da coronavirus, e per lo scandalo che ha travolto le banche, nato dall’inchiesta dell’International Consortium of Investigative Journalists su operazioni di presunto riciclaggio.

IL RISULTATO DEL REFERENDUM

Al referendum costituzionale ha vinto largamente il Sì, alla Regionali finisce 3 a 3 tra centrosinistra e centrodestra. Il listino milanese potrebbe beneficiare dei risultati che rappresentano, secondo gli analisti, “fattori di supporto per i partiti di governo, in particolare per il Movimento 5Stelle e per il Pd”, con l’esecutivo che esce rafforzato dalla tornata elettorale, rassicurando quindi anche i mercati.

PETROLIO IN CALO, SPREAD POCO MOSSO

Prosegue il calo del greggio, dopo il rally dei giorni scorsi. Il Wti viene scambiato a 39,45 dollari (-0,23%), mentre il Brent segna un ribasso dello 0,34%, a 41,34 dollari al barile. Lo spread apre sui livelli di ieri, a 143 punti base, il rendimento del Btp decennale torna su livelli che non si registravano a febbraio, a 0,92%.