Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    40.871,06
    +1.368,39 (+3,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Le Borse Ue aprono la settimana in rialzo

Fabrizio Arnhold
·1 minuto per la lettura
Le Borse Ue aprono la settimana in rialzo
Le Borse Ue aprono la settimana in rialzo

I listini del Vecchio Continente avviano le contrattazioni sopra la parità. L’attenzione degli investitori è sull’evoluzione della crisi politica. Petrolio in rialzo, cresce lo spread

Le Borse europee aprono la settimana in verde, in scia alle piazze asiatiche, dopo i ribassi della scorsa, segnata dalla vicenda di GameStop che ha fatto perdere decine di miliardi ai fondi speculativi. Milano apre la contrattazioni a +0,73%, Francoforte +0,88%, Parigi +0,74%, Madrid +0,81% e Londra +0,47%. La Borsa di Tokyo chiude la giornata in positivo, con l’indice Nikkei a +1,55%.

I RITARDI DEI VACCINI

L’andamento della pandemia resta al centro dell’attenzione degli investitori. Nello specifico, dopo l’approvazione da parte dell’Ema del siero di AstraZeneca, resta da capire l’evolversi del braccio di ferro tra l’Unione europea e la società farmaceutica inglese sui ritardi nella consegna dei vaccini.

RIFLETTORI SULLA CRISI POLITICA

L’Italia oggi si sveglia quasi tutta gialla, grazie al miglioramento dei dati relativi ai contagi da coronavirus. Occhi puntati sulla crisi di governo che entra in una fase delicata, con il presidente della Camera, Roberto Fico, che ha convocato il tavolo tecnico per trovare una quadra con le forze politiche di maggioranza. Resta in piedi l’ipotesi Conte ter, al momento più probabile di un esecutivo istituzionale.

PETROLIO IN AUMENTO, CRESCE SPREAD

In rialzo le quotazioni de petrolio, con i future del Wti scadenza aprile in progresso dello 0,67% a 52,43 dollari al barile, mentre quelli del Brent di pari scadenza crescono dell’1,04%, con un barile che viene scambiato a 55,61 dollari. Lo spread in apertura di scambi si attesta a 115 punti base, in crescita di 3 pb rispetto al closing di venerdì.