Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    50.439,61
    -1.499,80 (-2,89%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Le grandi case automobilistiche sono pronte alla sfida dell’elettrico

Redazione
·2 minuto per la lettura
Le grandi case automobilistiche sono pronte alla sfida dell’elettrico
Le grandi case automobilistiche sono pronte alla sfida dell’elettrico

Grandi società come General Motors e Ford hanno ideato dei piani per la trasformazione della produzione e dei veicoli verso modelli sostenibili. Il fondo dedicato di Neuberger Berman permette ai propri clienti di investire e beneficiare della rivoluzione della mobilità in atto

Le case automobilistiche stanno continuando a sostituire i motori a combustione interna in favore di quelli elettrici. Il World Economic Forum stima che entro il 2030 circoleranno circa 215 milioni di mezzi sostenibili in tutto il mondo. In questo senso, società come General Motors e Ford stanno assumendo una visione olistica, affrontando i rischi legati al cambiamento climatico in maniera più ampia.

GENERAL MOTORS

General Motors, la più grande casa automobilistica statunitense, ha recentemente annunciato il piano per diventare carbon neutral entro il 2040. Questo consiste nell’utilizzare il 100% di energia rinnovabile per alimentare le sue strutture negli Usa entro il 2030 e prima del 2035 per gli impianti del resto del mondo. Per fare ciò, la società vuole porre fine alla produzione di tutti i veicoli alimentati a diesel e benzina entro 14 anni e immettere sul mercato globale 30 modelli completamente elettrici prima della metà del decennio, per un investimento complessivo da 27 miliardi di dollari.

FORD

Ford invece ha annunciato che, entro la metà del 2026, tutte le autovetture commercializzate in Europa avranno almeno una versione ibrida plug-in o elettrica al 100%, completando la conversione di tutti i veicoli prima del 2030. Per perseguire questo obiettivo, la società investirà un miliardo di dollari per trasformare il suo impianto di Colonia, in Germania, passando totalmente alla produzione di modelli sostenibili dal 2023.

L’IMPORTANZA DEI SEMICONDUTTORI

Un elemento fondamentale per consentire l’elettrificazione dei trasporti è la tecnologia dei semiconduttori. In questo senso, molte aziende si sono ben posizionate per trarre vantaggio dal trend sostenibile in atto. Una è sicuramente Analog Devices, che sta integrando le diverse tecnologie dei semiconduttori in tutti gli elementi e le strutture che abiliteranno la mobilità elettrica, dalle stazioni di ricarica alla rete che le supporta.

ANALOG DEVICES

Il sistema di gestione della batteria di Analog è utilizzato da sei delle dieci principali case automobilistiche globali e consente di raggiungere fino al 20% di miglia in più per carica rispetto alle tecnologie delle società concorrenti. Permette infatti di sfruttare al massimo la capacità delle batterie e quindi l’estrazione dell’energia, fornendo in continuo una misura accurata dello stato di carica e di altri parametri fondamentali. I sistemi di Analog hanno impedito a 70 milioni di tonnellate di Co2 di entrare nell’atmosfera.

IL FONDO DEDICATO DI NEUBERGER BERMAN

Per permettere ai propri clienti di sfruttare la crescita del trend elettrico, Neuberger Berman ha ideato un fondo per beneficiare della rivoluzione dei trasporti. Il Neuberger Berman Next Generation Mobility Fund ha un portafoglio azionario, tematico e globale che investe nelle società che meglio si stanno rapportando alle prossime sfide della mobilità.