Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.313,17
    -12,16 (-0,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Le indiscrezioni parlano di un piano di accordo e di una via d’uscita per il leader del Cremlino

Il presidente Usa Joe Biden
Il presidente Usa Joe Biden

Un referendum in Donbass per consentire un’annessione “legale” in cambio di dietro front delle truppe di Mosca: ecco cosa offrirebbe Joe Biden a Vladimir Putin per un cessate il fuoco. Le indiscrezioni provenienti dal Pentagono Usa e riportate da Dagospia parlano di un piano di accordo e di una via d’uscita per il leader del Cremlino dal pantano ucraino e soprattutto da un consenso interno che ormai, complici anche le voci sulla sua malattia, non è più unanime ai piani alti. Le fonti Usa hanno rilevato che “Lloyd Austin ha chiesto il cessate il fuoco, ossia lo stop dei combattimenti sulla linea attuale del fronte, e non il ritiro delle truppe russe dai territori occupati”.

Cosa offre Biden a Putin per il dietro front

E ancora: “Ciò potrebbe rappresentare un’apertura interessante per Mosca, ossia l’ipotesi di convincere Kiev alla rinuncia ad alcune zone controllate dal Cremlino, in cambio di una pace duratura che dia garanzie proiettate verso il futuro su sicurezza, sovranità e integrità del resto del paese”. Il “gancio” sarebbe poi rappresentato dai gravi problemi di salute di Putin rilanciati dal capo dell’intelligence ucraina Budanov.

Il referendum in parti del Donbass

E cosa andrebbe concesso a Putin? “Un referendum in parti nel Donbass”, una sorta di “tutti contenti e nessuno scontentissimo” che segue la linea del presidente francese Emmanuel Macron e che necessita dell’appoggio del leader cinese Xi Jinping. Dopo Austin anche il capo degli Stati Maggiori Riuniti Mark Milley vorrebbe avere un abboccamento con Mosca, precisamente con il suo omologo Gerasimov per scendere nei dettagli operativi della guerra in Ucraina e di come farla cessare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli