Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.088,36
    -340,57 (-1,52%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,03 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    +12,15 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,45
    -125,41 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    51,98
    -1,15 (-2,16%)
     
  • BTC-EUR

    26.608,91
    -222,10 (-0,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,44
    +41,45 (+6,79%)
     
  • Oro

    1.855,50
    -10,40 (-0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,2174
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.447,85
    -479,91 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.602,41
    -15,94 (-0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8895
    +0,0036 (+0,41%)
     
  • EUR/CHF

    1,0769
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5500
    +0,0125 (+0,81%)
     

Le polemiche non fermano Ibrahimovic: il Pallone d'oro svedese è suo, è la dodicesima volta

Matteo Baldini
·1 minuto per la lettura

Anche in tempi recenti non sono mancate schermaglie e polemiche tra Zlatan Ibrahimovic e la Federazione svedese, niente però che compromettesse l'ennesimo attestato nei confronti dell'esperto attaccante del Milan: è lui il vincitore del Guldbollen, il Pallone d'Oro svedese. Si tratta della dodicesima volta per Ibra, ormai un habitué del riconoscimento in questione.

L'impatto di Ibra fin dal suo ritorno in Italia, con la maglia del Milan, non ha lasciato indifferenti i connazionali dell'attaccante e, al di là delle frecciate social al CT della Nazionale, era complesso immaginare che il premio potesse davvero andare ad altri. Ibrahimovic è tornato a vincere il Guldbollen dopo tre anni di digiuno, ristabilendo dunque una piacevole consuetudine.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!