Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.848,58
    -214,97 (-0,93%)
     
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,64 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,92 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    28.966,01
    -1.202,26 (-3,99%)
     
  • Petrolio

    61,66
    -1,87 (-2,94%)
     
  • BTC-EUR

    39.513,22
    +226,79 (+0,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    912,88
    -20,25 (-2,17%)
     
  • Oro

    1.733,00
    -42,40 (-2,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    -0,0099 (-0,81%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    28.980,21
    -1.093,96 (-3,64%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.636,44
    -48,84 (-1,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8664
    -0,0029 (-0,33%)
     
  • EUR/CHF

    1,0965
    -0,0048 (-0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,5376
    +0,0032 (+0,21%)
     

Le probabili formazioni della 18ª giornata di Serie A

Davide Martini
·5 minuto per la lettura

La giornata dei grandi ritorni. Già cerchiata in rosso da appassionati e tifosi al momento del sorteggio del calendario, la penultima di andata è la giornata di Inter-Juventus. A luglio nessuno avrebbe immaginato che alla super-sfida nessuna delle due sarebbe stata in testa, ancora più difficile è provare a pensare se al ritorno all'Allianz Stadium ci si giocherà lo scudetto. È la prima di Arturo Vidal contro il proprio passato italiano, è il primo scontro diretto tra Antonio Conte e Andrea Pirlo e sarà la prima da titolare in A dopo 112 giorni per Giorgio Chiellini, che aveva giocato l'ultima volta dall'inizio a fine settembre in casa della Roma. Come dire, solo super-sfide per il capitano di una Juventus che torna a San Siro dieci giorni dopo il colpaccio contro il Milan che ha riaperto il campionato, consapevole di non poter sbagliare neppure questa volta. Milan che, a proposito di grandi ritorni, sul campo di un Cagliari in crisi nera ritrova Zlatan Ibrahimovic titolare 55 giorni dopo l'infortunio di Napoli. E anche qui, alzi la mano chi avrebbe pensato a uno stop così lungo e che al ritorno dello svedese la banda di Pioli fosse ancora davanti a tutti...

1. Napoli-Fiorentina, ore 12.30

Gabriele Maltinti/Getty Images
Gabriele Maltinti/Getty Images

Napoli

Gattuso recupera Mertens, subito titolare come punta unica. Novità in difesa: torna Koulibaly, ma è fuori Manolas, sostituito da Maksimovic. Hysaj è il vice-Di Lorenzo.

4-3-3: Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Bakayoko, Fabian Ruiz; Lozano, Zielinski, L. Insigne; Mertens. Indisponibili: Malcuit, Manolas, Osimhen. Squalificati: Di Lorenzo. All.: G. Gattuso.

Fiorentina

Ribery riparte dalla panchina, pronto per uno spezzoone di partita. Fiducia al grande ex Callejon, Castrovilli si riprende il posto ai danni di Bonaventura, in regia conferma per Pulgar.

3-5-2: Dragowski; Milenkovic, Ger. Pezzella, Igor; Caceres, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Vlahovic, Callejon. Indisponibili: nessuno. Squalificati: nessuno. All.: C. Prandelli.

2. Crotone-Benevento, ore 15

Francesco Pecoraro/Getty Images
Francesco Pecoraro/Getty Images

Crotone

Tante assenze e panchina corta per Stroppa, che non può più permettersi di sbagliare. A destra senza Molina e Reca tocca a Rispoli, in difesa conferma per Djidji alla seconda da titolare.

3-5-2: Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Rispoli, Zanellato, Eduardo, Vulic, Pereira; Riviere, Messias. Indisponibili: Benali, Cigarini, Marrone, Molina. Squalificati: Reca. All.: G. Stroppa.

Benevento

In difesa scelte obbligate per Inzaghi, a centrocampo con Schiattarella bloccato dal Coronavirus Ionita si adatta in regia con Improta interno. Sulla trequarti Sau preferito a Caprari e Iago Falque.

4-3-2-1: Montipò; Maggio, Glik, Barba, Foulon; Hetemaj, Ionita, Improta; R. Insigne, Sau; Lapadula. Indisponibili: Caldirola, Letizia, Tuia, Viola, Schiattarella, Tello, Moncini. Squalificati: nessuno. All.: F. Inzaghi.

3. Sassuolo-Parma, ore 15

Alessandro Sabattini/Getty Images
Alessandro Sabattini/Getty Images

Sassuolo

Toljan la spunta su Muldur e Ayhan, dubbi invece per la sostituzione di Berardi, ancora indisponibile: in corsa Traorè e Lopez, possibile anche una soluzione più offensiva con Haraslin.

4-2-3-1: Consigli; Toljan, Chiriches, G. Ferrari, Kyriakopoulos; Locatelli, Magnanelli; Traorè, Djuricic, Boga; Caputo. Indisponibili: Romagna, Bourabia, F. Ricci, Berardi. Squalificati: Obiang. All.: R. De Zerbi.

Parma

Emergenza assoluta per D’Aversa in particolare in difesa, dove tra i centrali c’è a disposizione il solo Iacoponi, peraltro acciaccato, oltre al giovane
Dierckx, e sulle fasce Busi e Pezzella. Possibile arretramento di Kucka, che lascerebbe però sguarnito un centrocampo ugualmente con gli uomini contati.

4-3-1-2: Sepe; Busi, Iacoponi, Kucka, Giu. Pezzella; Cyprien, Brugman, Sohm; Kurtic; Inglese, Gervinho. Indisponibili: Bruno Alves, Gagliolo, Laurini, Osorio, Valenti, Balogh, Grassi, Kucka, Nicolussi Caviglia, Karamoh. Squalificati: Hernani. All.: R. D’Aversa.

4. Atalanta-Genoa, ore 18

Francesco Pecoraro/Getty Images
Francesco Pecoraro/Getty Images

Atalanta

Tocca a Malinovskyi, preferito a Miranchuk, prendere il posto dell’"equilibratore" Pessina sulla trequarti. Per il resto formazione titolare con Muriel ancora di rincorsa.

3-4-2-1: Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi, Ilicic; D. Zapata. Indisponibili: Ruggeri, Pasalic, Pessina. Squalificati: nessuno,. All.: G. Gasperini.

Genoa

Rinviato il debutto da titolare di Strootman, Ballardini ha abbondanza a centrocampo e in attacco, ma sceglie di non toccare la formazione che ha battuto il Bologna eccetto che sulle fasce dove torna Czyborra con Criscito che arretra in difesa ed esclusione di Bani.

3-5-2: Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Ghiglione, Behrami, Badelj, Zajc, Czyborra; Destro, Shomurodov. Indisponibili: Marchetti, Biraschi, Lu. Pellegrini, C. Zapata, Cassata, Parigini. Squalificati: nessuno. All.: D. Ballardini.

5. Juventus-Inter, ore 20.45

Giuseppe Bellini/Getty Images
Giuseppe Bellini/Getty Images

Juventus

Idee chiare e formazione definita anche per Pirlo: in difesa Chiellini titolare in campionato dopo tre mesi e mezzo, a centrocampo fuori Arthur e Rabiot, Kulusevski unica arma offensiva in panchina insieme a Bernardeschi.

4-4-2: Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Frabotta; Chiesa, McKennie, Bentancur, Ramsey; Morata, Cristiano Ronaldo. Indisponibili: Alex Sandro, Cuadrado, De Ligt, Dybala. Squalificati: nessuno. All.: A. Pirlo.

Inter

Dopo il turnover di Coppa, Conte si affida alla formazione migliore: Sensi recuperato per la panchina, fiducia a Vidal.

3-5-2: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lukaku, Martinez. Indisponibili: D’Ambrosio, Vecino, Pinamonti. Squalificati: nessuno. All.: A. Conte.

6. Cagliari-Milan, lunedì ore 20.45

Enrico Locci/Getty Images
Enrico Locci/Getty Images

Cagliari

Di Francesco punta ancora su Pereiro per tamponare la seconda e ultima giornata di squalifica di Nandez con Zappa terzino. Nainggolan torna in mediana, Pisacane in panchina prima del trasferimento al Lecce.

4-3-2-1: Cragno; Pisacane, Godin, Walukiewicz, Lykogiannis; Marin, Nainggolan; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Simeone. Indisponibili: Carboni, Faragò, Klavan, Rog, Luvumbo. Squalificati: Nandez. All.: E. Di Francesco.

Milan

Scelte obbligate in attacco dove Brahim Diaz, che perde il ballottaggio con Hauge, è l’unica alternativa in panchina insieme a Colombo e Maldini. Meitè è a disposizione, ma parte dalla panchina.

4-2-3-1: G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, A. Romagnoli, Hernandez; Kessié, Tonali; Castillejo, Calhanoglu, Hauge; Ibrahimovic. Indisponibili: Gabbia, Bennacer, Krunic, Saelemaekers, Rebic. Squalificati: Leao. All.: S. Pioli.