Italia markets open in 2 hours 18 minutes
  • Dow Jones

    33.745,40
    -55,20 (-0,16%)
     
  • Nasdaq

    13.850,00
    -50,20 (-0,36%)
     
  • Nikkei 225

    29.845,90
    +307,17 (+1,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1895
    -0,0023 (-0,19%)
     
  • BTC-EUR

    50.814,29
    -103,25 (-0,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.290,70
    -3,88 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    28.727,53
    +274,25 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.127,99
    -0,81 (-0,02%)
     

Le probabili formazioni della 26ª giornata di Serie A

Davide Martini
·5 minuto per la lettura

Dopo il sabato in bianconero, con lo Spezia che salva la pelle, l'Udinese che chiude i conti per la salvezza e la Juventus che si lancia all'inseguimento (almeno) del Milan, non resta che aspettare il lunedì... nerazzurro. L'Atalanta sembra essere l'ultimo ostacolo tra l'Inter e la rincorsa verso lo scudetto: il posticipo della sesta di ritorno vedrà di fronte le due squadre più in forma del campionato, reduci rispettivamente da sei e quattro vittorie di fila, abituate a dare spettacolo anche nei recenti scontri diretti. La Dea sarà distratta dal Real Madrid? E Conte pagherà la scelta di aver abiurato il turnover? Lo si saprà dopo una domenica importante per tanti: per il Milan che affronta il peggior avversario possibile in questo momento, ma anche per Cagliari, Crotone, Parma e Torino a caccia di punti salvezza per fare paura a Spezia e Benevento.

1. Roma-Genoa, ore 12.30

Stephan El Shaarawy | MB Media/Getty Images
Stephan El Shaarawy | MB Media/Getty Images

Roma

Rinfrancato dal gol di Firenze, Diawara raccoglie l’eredità di Veretout. Sulla trequarti debutto stagionale da titolare per El Shaarawy e turno di riposo per Mkhitaryan in vista dell’Europa League.

3-4-2-1: Pau Lopez; Mancini, Cristante, Smalling; Karsdorp, Villar, Diawara, Spinazzola; Lor. Pellegrini, El Shaarawy; Borja Mayoral. Indisponibili: Calafiori, Ibanez, Santon, Veretout, Zaniolo, Dzeko. Squalificati: Kumbulla. All.: P. Fonseca.

Genoa

Solo dubbi offensivi per Ballardini, che sembra però orientato a confermare la formula con il doppio centravanti.

3-5-2: Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Zajc, Badelj, Strootman, Czyborra; Destro, Shomurodov. Indisponibili: Biraschi, Lu. Pellegrini, Rovella. Squalificati: nessuno. All.: D. Ballardini.

2. Crotone-Torino, ore 15.00

Ricardo Rodriguez e Andrea Belotti | Jonathan Moscrop/Getty Images
Ricardo Rodriguez e Andrea Belotti | Jonathan Moscrop/Getty Images

Crotone

Per la partita dell’ultima spiaggia Cosmi decide di stravolgere la squadra: si torna al canonico 3-5-2, con Messias che avrà licenza di agire tra le linee.

3-4-2-1: Cordaz; Golemic, Luperto, Cuomo; Pereira, Petriccione, Zanellato, Messias, Reca; Simy, Di Carmine. Indisponibili: Djidji, Cigarini, Benali, Vulic. Squalificati: nessuno. All.: S. Cosmi.

Torino

Nicola prova a riavvolgere il nastro dopo la lunga sosta forzata: tanti i Primavera aggregati e tantissimi gli assenti, tra i quali Belotti, ma andrà in campo una formazione pseudo-titolare. Rodriguez nel terzetto di difesa, Baselli parte ancora dalla panchina

3-5-2: Sirigu; Izzo, Lyanco, Rodriguez; Vojvoda, Lukic, Mandragora, Rincon, Ansaldi; Zaza, Bonazzoli. Indisponibili: Bremer, Nkoulou, Belotti, Sanabria. Squalificati: nessuno. All.: D. Nicola.

3. Fiorentina-Parma, ore 15.00

Roberto Inglese | Jonathan Moscrop/Getty Images
Roberto Inglese | Jonathan Moscrop/Getty Images

Fiorentina

Problemi assortiti per Prandelli che sceglie ancora Eysseric per sostituire Ribery e costretto a rinunciare a Castrovilli. Bonaventura recupera, ma solo per la panchina. A destra seconda da titolare per Malcuit.

3-5-2: Dragowski; Milenkovic, Ger. Pezzella, Quarta; Malcuit, Amrabat, Pulgar, Borja Valero, Biraghi; Vlahovic, Eysseric. Indisponibili: Igor, Castrovilli, Kouamé. Squalificati: Ribery. All.: C. Prandelli.

Parma

D’Aversa ritrova Inglese, titolare al centro dell’attacco. In difesa torna Iacoponi e Osorio scala al centro.

4-3-3: Sepe; Iacoponi, Osorio, Bani, Giu. Pezzella; Kucka, Brugman, Kurtic; Karamoh, Inglese, Mihaila. Indisponibili: Conti, Nicolussi Caviglia, Cornelius, Zirkzee. Squalificati: nessuno. All.: R. D’Aversa.

4. Hellas Verona-Milan, ore 15.00

Theo Hernandez | Soccrates Images/Getty Images
Theo Hernandez | Soccrates Images/Getty Images

Hellas Verona

Juric vuole fermare un’altra grande e non tocca la formazione che ha passeggiato a Benevento eccetto il cambio obbligato tra Tameze e Sturaro. Ancora panchina in avvio per Dimarco.

3-4-2-1: Silvestri; Ceccherini, Gunter, Magnani; Faraoni, Sturaro, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna. Indisponibili: Colley, Ruegg, Vieira, Kalinic. Squalificati: nessuno. All.: I. Juric.

Milan

In difesa, partirà dalla panchina Theo Hernandez (acciaccato): al suo posto agirà Diogo Dalot. Terza da titolare in rossonero per Meitè, che prende il posto dell’acciaccato Tonali. Turno di riposo per Kjaer, torna la catena di destra titolare con Calabria e Saelemaekers, sulla trequarti scelte quasi obbligate dopo l'infortunio di Rebic.

4-2-3-1: G. Donnarumma; Calabria, Tomori, A. Romagnoli, Dalot; Kessié, Meitè; Saelemaekers, Krunic, Castillejo; Leao. Indisponibili: Bennacer, Calhanoglu, Tonali, Ibrahimovic, Maldini, Mandzukic, Rebic. Squalificati: nessuno. All.: S. Pioli.

5. Sampdoria-Cagliari, ore 15.00

Charalampos Lykogiannis | Enrico Locci/Getty Images
Charalampos Lykogiannis | Enrico Locci/Getty Images

Sampdoria

Due cambi rispetto al derby. In difesa torna Yoshida, a destra c'è il ritorno di Jankto per Verre.

4-4-2: Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Ekdal, Silva, Jankto; Quaglirella, Keita. Indisponibili: Torregrossa. Squalificati: nessuno. All.: C. Ranieri.

Cagliari

Semplici va a caccia del tris di successi con una sola novità rispetto alla formazione che ha superato il Bologna: Nandez passa a destra al posto di Zappa, dalla parte opposta Lykogiannis la spunta su Asamoah. In attacco torna titolare Pavoletti.

3-4-2-1: Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Nandez, Marin, Nainggolan, Duncan, Lykogiannis; Pavoletti, Joao Pedro. Indisponibili: Rog, Sottil. Squalificati: nessuno. All.: L. Semplici.

6. Napoli-Bologna, ore 20.45

Faouzi Ghoulam | Francesco Pecoraro/Getty Images
Faouzi Ghoulam | Francesco Pecoraro/Getty Images

Napoli

Gattuso recupera pezzi in tutti i reparti e ripropone il modulo-base, con qualche variazione sul tema in vista del recupero contro la Juventus: oltre che in porta, novità a sinistra dove si rivede dal primo minuto Ghoulam, alla terza da titolare in stagione. Turni di riposo anche per Bakayoko e Zielinski.

4-3-1-2: Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Rrhamani, Ghoulam; Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, L. Insigne; Osimhen. Indisponibili: Lozano, Osimhen. Squalificati: nessuno. All.: G. Gattuso.

Bologna

Mihajlovic recupera Danilo dalla squalifica, ma questa è l’unica buona notizia vista l’emergenza a centrocampo, tra infortuni e squalifiche: si rivede Poli, alla terza partita in stagione dal primo minuto.

4-2-3-1: Skorupski; De Silvestri, Danilo, Soumaoro, Mbaye; Svanberg, Poli; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow. Indisponibili: Dijks, Hickey, Tomiyasu, Faragò, Dominguez. Medel, Santander. Squalificati: Schouten. All.: S. Mihajlovic.

7. Inter-Atalanta, domani ore 20.45

Romelu Lukaku | Jonathan Moscrop/Getty Images
Romelu Lukaku | Jonathan Moscrop/Getty Images

Inter

Per la partita che può valere un pezzo di scudetto Conte propone la formazione titolare: rispetto a Parma cambia solo il partner di Lukaku con il rientro di Lautaro al posto del match-winner del “Tardini” Alexis Sanchez.

3-5-2: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Lautaro. Indisponibili: Sensi. Squalificati: nessuno. All.: A. Conte.

Atalanta

Gasperini recupera Toloi, De Roon e Zapata e riporta Pessina sulla trequarti. Formula offensiva spregiudicata con Muriel titolare: Ilicic pronto a subentrare.

3-4-2-1: Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Mahele, Freuler, De Roon, Gosens; Pessina, Muriel; D. Zapata. Indisponibili: Hateboer, Kovalenko, Lammers. Squalificati: nessuno. All.: G. Gasperini.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.