Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.709,96
    +1.313,40 (+2,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Le Prospettive per l’Euro Dollaro Dopo il Test Fallito di 1.1900

Flavio Ferrara
·2 minuto per la lettura

Nel mese di aprile, complice un dollaro americano debole in questi giorni, il prezzo dell’euro dollaro si è affacciato nei pressi del prezzo psicologico 1.1900 che permetterebbe al cross valutario di invertire la flessione ribassista di questi mesi ma è importante anche monitorare l’aspetto macroeconomico dopo la decisione di politica monetaria della BCE che ha confermato di proseguire il proprio lavoro di abbassare gradualmente il PEPP.

Le prospettive macroeconomiche dell’euro dollaro

Resta da vedere se la BCE continuerà a ridimensionare i suoi acquisti di asset nell’ambito del PEPP poiché il resoconto della riunione di marzo insiste sul fatto che i rischi che circondano le prospettive di crescita dell’area dell’euro a medio termine sono diventati più equilibrati e sembra che la banca centrale mantenga l’attuale corso della politica monetaria poiché il Consiglio direttivo si impegna a “rivedere il ritmo degli acquisti su base trimestrale nelle sue riunioni di politica monetaria, sulla base di valutazioni congiunte delle condizioni di finanziamento e delle prospettive di inflazione”.

I commenti indicano che la BCE farà affidamento sui suoi attuali strumenti per raggiungere il suo obiettivo politico poiché la banca centrale avverte che “l’ottimismo prevalente sui mercati finanziari, riflesso nelle” operazioni di reflazione “, sembrava non essere condiviso da imprese e famiglie, che in generale avevano ha mantenuto una posizione cauta”, con il Consiglio direttivo che ha proseguito affermando che“ un aumento dei tassi di interesse privi di rischio e dei rendimenti sovrani ponderati in base al PIL doveva essere pronunciato e persistente al fine di esercitare un impatto materiale su condizioni di finanziamento più ampie”.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni cambio euro dollaro

Dal punto di vista tecno-grafico le parole della BCE suonano come una carica rialzista nei confronti dell’euro dollaro e di conseguenza potremo assistere a diversi forti slanci dei tori nel breve ma anche nel medio/lungo termine, visto anche la proiezione secondo le Onde di Elliott.

È ben evidente la tendenza di lungo termine rialzista del cambio euro dollaro. Precisamente in questo momento il prezzo, a partire dall’inizio del 2021, ha intrapreso una correzione importante ma che presto potrebbe finire ma occorre una conferma dal punto di vista tecnico ossia una rottura settimanale 1.2000 (altro importante prezzo psicologico).

Il primo target di medio termine del fiber è posto a 1.2329, il massimo relativo di questo lungo movimento rialzista mentre il target ambizioso del possibile inizio dell’Onda 3 intermedia rialzista è posta a 1.3417.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: