Italia markets close in 4 hours 48 minutes
  • FTSE MIB

    24.322,07
    -480,83 (-1,94%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,28
    -0,64 (-0,99%)
     
  • BTC-EUR

    45.954,71
    -2.064,82 (-4,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.491,37
    -69,93 (-4,48%)
     
  • Oro

    1.841,40
    +3,80 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,2160
    +0,0025 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.938,02
    -96,23 (-2,39%)
     
  • EUR/GBP

    0,8600
    +0,0009 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0971
    +0,0037 (+0,34%)
     
  • EUR/CAD

    1,4716
    +0,0033 (+0,22%)
     

Le trimestrali dei Big Tech scaldano Wall Street: partenza in rialzo

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Le trimestrali dei Big Tech scaldano Wall Street: partenza in rialzo
Le trimestrali dei Big Tech scaldano Wall Street: partenza in rialzo

Apertura in verde per i tre principali indici americani nella settimana dei conti trimestrali e della Federal Reserve

Avvio positivo nella prima seduta della settimana per Wall Street. Il Nasdaq apre con un rialzo dello 0,2%, stessa percentuale segnata nei primi scambi da S&P 500 e Dow Jones.

I TEMI DELLA SETTIMANA

Trimestrali e Federal Reserve: sono questi i due temi rilevanti nella settimana di Wall Street che si è aperta oggi. Mercoledì, al termine della riunione del Fomc, il presidente della Fed Jerome Powell terrà una conferenza stampa per fare il punto sulla politica monetaria della banca centrale americana. Secondo le previsioni, Powell dovrebbe proseguire sulla strada del “lasciare correre” l’inflazione, ritenendo che si tratti di una fiammata passeggera, senza dare indicazioni sulla possibilità di un restringimento della politica monetaria.

TRIMESTRALI BIG TECH

L’altro tema caldo è quello delle trimestrali. Dopo gli ottimi conti dei finanziari (e non solo) questa settimana tocca ai colossi tecnologici americani. Apre questa sera, con i mercati chiusi, Tesla, che in avvio di contrattazioni guadagna il 2% circa. Gli analisti prevedono utili rettificati a 0,74 dollari per azione e un fatturato di 10,5 miliardi di dollari. Mercoledì 27 aprile toccherà ad Alphabet-Google e Microsoft, a seguire Amazon, Apple, Facebook e Spotify fino alla chiusura di giovedì con i conti di Twitter.

CONTI POSITIVI

Finora, l'84% delle società che hanno pubblicato le trimestrali (il 25% di quelle dell’S&P 500) ha registrato utili positivi e il 77% ha comunicato ricavi superiori alle stime. Se la percentuale delle società con utili superiori alle attese si manterrà a questo livello (84%), sarà la più alta registrata da quando FactSet ha iniziato a tenere in considerazione questo dato, nel 2008.

TASSE E PIANO DI AIUTI

Gli occhi degli investitori saranno puntati anche sulla riforma fiscale annunciata da Biden. Secondo le indiscrezioni, dovrebbe prevedere un'imposta federale massima sul capital gain del 43,4% (oggi è al 23,8%) da applicare a chi guadagna più di un milione di dollari. Inoltre, verrebbe re-introdotta un'aliquota per le imposte sul reddito per i più ricchi al 39,6%. Donald Trump, infatti, l’aveva portata al 37%. Da non dimenticare, inoltre, il debutto questa settimana dell’American Families Plan del presidente Biden, il piano di aiuti da 1.800 miliardi di dollari destinato alla ripartenza economica.