Italia Markets close in 5 hrs 5 mins

Un leader nelle infrastrutture petrolifere con forti potenziali

Paolo Crociato
 

La settimana appena trascorsa ha evidenziato un andamento positivo per i nostri portafogli, con il modello Top Analisti che ha messo a segno ulteriori progressi, in controtendenza rispetto all'andamento debole di Wall Street. In particolare, ben 21 titoli contenuti nel portafoglio hanno messo a segno guadagni settimanali superiori al 2%. In particolare, spicca Philip Morris, quotata sul Nyse con simbolo PM, con un aumento di +6,4% nelle ultime cinque sedute, invertendo il trend negativo di settembre. Nonostante il rialzo, il titolo rimane ancora sottovalutato ed è una delle posizioni presenti nel portafoglio con i potenziali più elevati. Questa società, attraverso le sue controllate, è il leader mondiale nel settore delle sigarette ed altri prodotti del tabacco. L' azienda detiene circa il 16% del mercato mondiale delle sigarette al di fuori degli Stati Uniti, o il 28,1% escludendo Cina e Stati Uniti. In termini di quote di mercato, si tratta della società numero uno per volume in 13 dei primi 30 mercati e la seconda in altri nove. Il dividendo attuale è pari ad un ricco 6,3% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali e potrebbe aumentare ulteriormente già a partire dal prossimo mese. Negli ultimi 10 anni il tasso di crescita del dividendo è stato uno dei più elevati all'interno del nostro portafoglio, con un aumento pari al 16% annuo composto. Ipotizzando per il futuro gli stessi tassi di crescita conseguiti nell’ultimo decennio, tra dieci anni il dividendo sugli attuali prezzi di borsa (yield on cost) potrebbe facilmente raggiungere e superare il 10% annuo. Storicamente, il dividendo per questa società si è mosso da un minimo del 3% nei momenti di maggiore sopravvalutazione del titolo, ad un massimo del 5% nei momenti di maggiore sottovalutazione del titolo. L'attuale dividendo, pari al 6,2% mostra un forte sconto del titolo rispetto alle medie storiche. Per raggiungere nuovamente l'area di sopravvalutazione il titolo dovrebbe più che raddoppiare dai livelli attuali. Manteniamo la società nel modello, con un rating Strong Buy.

Altro titolo in evidenza nell'ultima settimana è Senior Housing Properties, quotato sul Nasdaq con simbolo SNH, con un guadagno pari a +5,7% da venerdì scorso. Si tratta di un fondo immobiliare americano (REIT) che investe in immobili adibiti a case di riposo e centri di accoglienza per anziani, distribuendo ogni anno ai propri azionisti la rendita derivante dagli affitti di queste strutture specializzate. Il dividendo attuale annuo è pari a 6,4% sulle attuali quotazioni di borsa, corrisposto in rate trimestrali. Il fondo detiene attualmente un patrimonio di 443 immobili specializzati, sparsi su tutto il territorio degli Stati Uniti, divisi tra case di riposo, strutture specializzate per le cure agli anziani, comunità residenziali per anziani indipendenti, ed ospedali, tutti interamente affittati ad oltre 700 operatori del settore e produttivi di reddito per gli azionisti. Oggi con le nuove scoperte relative al genoma umano e con la produzione di nuovi farmaci sempre più avanzati, la vita media è destinata ad allungarsi ancora nei prossimi decenni. In questo contesto, investire sul settore dell’assistenza agli anziani significa puntare su uno dei trend del futuro con i maggiori potenziali. Manteniamo la società nel modello, con un rating Hold.

Dopo i recenti rialzi, continuiamo a privilegiare per i nostri portafogli società caratterizzate da dividendi sostenibili e crescenti nel tempo, potenzialmente in grado di generare flussi di entrate stabili, indipendentemente dall'andamento di breve termine degli indici azionari. Negli ultimi dieci anni i dividendi che abbiamo incassato per il portafoglio Top Analisti hanno contribuito per oltre il 40% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine.

In questo contesto, nel report di oggi utilizzeremo la liquidità disponibile in cassa, derivante dagli ultimi dividendi incassati, per investire in una nuova società nel settore petrolifero, che offre quotazioni scontate e forti potenziali di crescita per i prossimi anni, il tutto abbinato ad una ricca cedola pari al 6,2% annuo, corrisposta in rate trimestrali. Questo nuovo investimento dovrebbe portare da subito ulteriori 93 dollari annui di aumento della rendita complessiva del nostro portafoglio Top Analisti. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,5% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,3 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +12,8% (9,4% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +9,4% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +12,8%.

Dividendo 6,2% in aumento da 23 anni consecutivi - Un leader mondiale nelle infrastrutture petrolifere con forti potenziali di crescita

Descrizione del business: Fondata nel 1949 ed oltre 12.000 dipendenti, questa società opera nel comparto delle infrastrutture energetiche in Canada e negli Stati Uniti ed è una delle più grandi aziende del settore in Nord America. La società gestisce il sistema di trasporto del greggio e dei gas liquidi più lungo del mondo ed opera in cinque segmenti: Oleodotti - Questo segmento trasporta per conto terzi, petrolio, gasolio e gas naturale liquido (NGL) e gestisce i terminali per la distribuzione e stoccaggio di prodotti raffinati. Trasmissione Gas - Questo segmento detiene partecipazioni in gasdotti e impianti di raccolta e trasformazione. Distribuzione gas - Questo segmento si occupa della fornitura di gas naturale a clienti residenziali, commerciali e industriali principalmente in Canada, con circa 3,7 milioni di clienti al dettaglio in Ontario, Quebec, New Brunswick e nello Stato di New York. Energie pulite - Questo segmento gestisce attività nel comparto delle energie rinnovabili, quali impianti eolici, solari, geotermici e impianti di recupero del calore di scarto. Servizi energetici - Questo segmento fornisce energia e servizi di marketing a raffinatori, produttori di petrolio greggio e gas naturale, servizi di vendita di barili, trasporto, bilanciamento e servizi di stoccaggio per conto terzi.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti consecutivi del dividendo in ciascuno degli ultimi 23 anni. Il nuovo dividendo è pari al 6,2% annuo, contro un minimo di 2,3% nei momenti di maggiore sopravvalutazione del titolo e un massimo di 4,6% nei momenti di maggiore sottovalutazione del titolo. Il dividendo attuale, pari al 6,2% indica una valutazione a forte sconto del titolo in borsa. Per raggiungere il livello di sopravvalutazione il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai livelli attuali.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili con una crescita media del 4,2% annuo composto. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano una crescita annua composta degli utili pari al 4,9% annuo.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a 18,3 volte gli utili attesi per il 2019. La capitalizzazione attuale è pari a 73 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 1,5 volte.

Performance in borsa: Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online