Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.264,92
    -62,87 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    13.427,62
    +48,57 (+0,36%)
     
  • Nikkei 225

    28.406,84
    +582,01 (+2,09%)
     
  • EUR/USD

    1,2226
    +0,0070 (+0,57%)
     
  • BTC-EUR

    35.609,59
    +364,21 (+1,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.217,78
    -35,36 (-2,82%)
     
  • HANG SENG

    28.593,81
    +399,72 (+1,42%)
     
  • S&P 500

    4.158,17
    -5,12 (-0,12%)
     

Leonardo muove in Germania: acquistato il 25,1% di Hensoldt per 606 milioni di euro

Titta Ferraro
·1 minuto per la lettura

Mossa nel mercato tedesco della difesa per Leonardo che acquista una quota del 25,1% di Hensoldt, gruppo attivo nell'elettronica per la Difesa. Leonardo ha stipulato un accordo con Square Lux Holding II S.à r.l., società controllata da fondi assistiti da Kohlberg Kravis & Roberts & Co. L.P., per l’acquisizione di una quota del 25,1% di Hensoldt per 606 milioni di euro o 23 euro per azione. Hensoldt è leader in Germania nel campo dei sensori per applicazioni in ambito difesa e sicurezza, con un portafoglio in espansione nella cyber security, gestione dei dati e robotica. A seguito della finalizzazione dell’operazione, Leonardo diventerà il maggior azionista di Hensoldt insieme a Kreditanstalt für Wiederaufbau (KfW), partecipata all'80% dalla Repubblica Federale Tedesca. KfW ha concordato l’acquisizione di una partecipazione del 25,1% in Hensoldt a marzo 2021. "Siamo entusiasti dell'investimento in Hensoldt come catalizzatore per la creazione di una collaborazione più stretta che rafforzerà ulteriormente le rispettive posizioni nel mercato dell'elettronica per la difesa previsto in crescita. Crediamo che questo passo creerà valore per i nostri azionisti, riunendo punti di forza complementari per servire più clienti e partner con le soluzioni di cui hanno bisogno, pur preservando tecnologie e capacità nazionali. Questo investimento riflette anche la visione di lungo periodo riguardo all'importanza di costruire una cooperazione nell’industria europea dell’aerospazio e difesa e la determinazione di Leonardo di avere un ruolo attivo nel suo sviluppo”, ha commentato Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo.