Italia Markets closed

Leonardo, Profumo lancia a Torino la Città dell'Aerospazio

Prs

Torino, 27 nov. (askanews) - Pmi e start up, laboratori di ricerca universitari, un polo museale denominato Space Center e spazi residenziali dedicati agli studenti. Sono gli ingredienti della Cittadella dello Spazio di Torino, che nascera' nelle aree industriali dismesse tra corso Marche e corso Francia, grazie alla collaborazione tra Leonardo, Politecnico, Università ed Enti locali.

L'area complessiva di 230 mila mq di in parte di proprieta' di Leonardo, verrà data in uso gratuito alla Citta' per 30anni, ha assicurato Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo. "Stiamo definendo i dettagli, oggi e' una giornata di festa, vogliamo contribuire alla crescita delle comunita' in cui siamo presenti", ha detto Profumo, presentando il progetto all'Aerospace and Defence Meeting di Torino.

"E' un'iniziativa aggregante che mette insieme realta' diverse e portera' a una vera riqualificazione urbana con un modello da replicare anche in altre realta'", ha aggiunto Profumo. "Il sistema Leonardo vale quasi un miliardo in Piemonte, il 25% del valore dell'industria hitech regionale con oltre 4.000 dipendenti nell'ambito di un distretto che conta oltre 14.000 lavoratori in pmi, centri ricerche, start up e Universita'", ha concluso Profumo ricordando che dal sito produttivo di Caselle il prossimo anno uscira' il primo dei 28 Eurofighter typhoon ordinati dal Kuwait, il piu' avanzato mai stato sviluppato e prodotto nella storia del programma europeo.

Sul progetto la Regione Piemonte mette 32 milioni, altri 50 sono stati promessi dal Governo nell'ambito del progetto di Area di crisi complessa. Mancano all'appello altri 50 mln che potrebbero arrivare da fondi europei. Entro tre anni la Cittadella potrebbe vedere la luce.