Italia markets open in 6 hours 44 minutes
  • Dow Jones

    33.587,66
    -681,50 (-1,99%)
     
  • Nasdaq

    13.031,68
    -357,75 (-2,67%)
     
  • Nikkei 225

    28.147,51
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,2079
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    40.044,74
    -7.542,63 (-15,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.313,33
    -250,51 (-16,02%)
     
  • HANG SENG

    28.231,04
    +217,23 (+0,78%)
     
  • S&P 500

    4.063,04
    -89,06 (-2,14%)
     

L'esperto Jobson: "Prima di morire Filippo ha chiesto a Carlo di avere cura della Regina Elisabetta"

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
- (Photo: getty)
- (Photo: getty)

Una conversazione profonda e toccante e la richiesta da parte del padre di prendersi cura della Regina Elisabetta, quando lui sarebbe scomparso. Così il Daily Mail racconta uno degli ultimi colloqui avuti dal principe Carlo col padre Filippo, che avrebbe avuto luogo durante l’ultimo ricovero del marito della sovrana, terminato tre settimane prima della scomparsa del duca di Edinburgo.

Ad affermarlo è l’esperto reale Robert Jobson. Dal suo capezzale, il principe Filippo avrebbe espresso il desiderio di trascorrere gli ultimi giorni al castello di Windsor e di morire nel proprio letto. Il principe consorte avrebbe dunque chiesto al figlio di aver cura della Regina e della famiglia reale negli anni a venire.

Dopo qualche turbolenza negli anni della gioventù di Carlo, il rapporto tra lui e il padre, sottolinea Jobson, sarebbe cambiato negli ultimi anni. “Si sono ammorbiditi, hanno accettato di più i rispettivi punti di vista. Si sono sempre amati, questo non è mai stato messo in discussione, ma tra loro c’era un rispetto più profondo e si stava rafforzando”, ha detto l’esperto al Daily Mail.

Nonostante i punti di vista diversi, padre e figlio hanno sempre avuto molte cose in comune. “Tutti e due credevano nel dialogo interreligioso ed erano convinti che parlare apertamente e onestamente fosse l’unico modo per rafforzare la comunità e comprensione”, ha aggiunto Jobson.

A mettere a tacere i pettegolezzi su una distanza tra Carlo e il padre, giunge anche un amico di famiglia: “Erano un padre e un figlio che si amavano e che godevano di un rapporto di rispetto e affetto reciproco. Nell’ultimo anno sono stati più vicini di quanto siano mai stati”.

Leggi anche...

Principe, consorte e gaffeur: Filippo, una vita da spettatore della storia

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.