Italia Markets open in 2 hrs 26 mins

Lettera finanziaria. Ancora i mercati USA

Fabrizio Brasili
 

Come da tempo scriviamo, solo un effetto congiunto fra debolezza del dollaro e pesantezza dei mercati USA, potrà ormai indrizzare al ribasso i mercati Asiatici, Europei ed il nostro fragile mercato bancodipendente .

Quindi ancora una seduta negativa del Dow pervenuto anche sotto i 26000 punti e dello SP500 nettamente sotto i supporti strategici di 2940, punto e crocevia chiave. oltre che vecchia resistenza. Ora siamo sui 1880/85, vicinissimi ad altri supporti e minimi 2019, che se rotti ci porterebbero 200.punti più in basso, senza altri ostacoli. 

Con in più dollaro debole e fin sopra i 109,50 contro euro e con il cross dollaro yen a 107 rafforzando la moneta giapponese, ed indebolendo il suo export, con il Nikkei che perde un rotondo 2%.

Le borse Cinesi sono ancora tutte chiuse da giorni per l'anniversario della Repubblica Cinese.

E il nostro future Dicembre sui supporti di breve termine di 21200/300, già più volte segnalati, anche negli ultimi mesi, come fascia bassa del range 21200/22200. Abbiamo sempre segnalato che sarebbe stato più probabile un arrivo ed anche superamento della fascia bassa anche intraday e verso i 20800/900, che il superamento dei22200, verso i 22500. E tale previsione rimane quindi confermata. 

Pesanti i bancari, con al solito, ventre molle del sistema, ed i titoli che si erano avvantaggiati recentemente nell' ennesimo sterile recupero non oltre i 21800/900, su cui avevamo invitato i nostri abbonati a vendere ancora opzioni sul future e sui titoli detenuti in portafoglio.

Approfittare dei prezzi attuali per arrotondare titoli come Fca, Telecom rnc, Moncler, Delonghi, Tamburi, ENI. Coprendoli sempre con vendita opzioni. 

Per Banca IFIs attendere meglio il raggiungimento del livello resistenziale di 14,20/40, divenuto supporto, per iniziare timidamente a riaccumulare. Idem per il più solido industriale ELEN, ma solo al raggiungimento di area 20,50/21,50 circa largo. 

Tenere sempre d'occhio l'indice della paura vixsp500 che con tre balzi a doppia cifra è passato in tre sedute da 14.ai 20/21, leggermente sotto l'area critica de 22.

Ripresa temporanea, ma limitata di Argento ed oro, crollo ancora sui forti supporti di 52/52,50$ del Petrolio WTI. Nostro Tp di breve raggiunto perfettamente. 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online