Lettera finanziaria settimanale: svolta epocale...

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
AA13,420,37
PC.MI12,030,56
CPR.MDD6,030,00
DLG.MI15,650,25
BRE.MI27,24+1,55

Vorremmo sbagliarci ma, approfittando dei volumi sottili della settimana che ha preceduto la Pasqua otre alla chiusura di tutte le borse lo scorso venerdì e parzialmente di lunedì dell'Angelo (USA aperta), sono apparsi i primi segnali negativi da parte della speculazione ribassista, degli Hedge Fund e dei principali Brokers.

Come dicevamo già da qualche giorno costoro si erano ben riposati durante l'inverno, dopo aver accumulato ingenti fortune con i loro forsennati ribassi, e hanno fatto ricaricare la molla del rialzo da parte di chi riteneva esagerato detto ribasso.

Non è parso vero agli speculatori vedere i prezzi ritornare pressappoco quelli dell'inizio della crisi estiva del 2011 e quindi molto appetibili.

Hanno per prima saggiato i titoli e gli strumenti più sensibili, e cioè i titoli bancari e il future bund, spingendoli rispettivamente al ribasso ed al rialzo, per poi iniziare a vendere a piene mani i BTP e i Bonos: ma mancava l'America! Il dato di venerdì di metà giornata, quando tutte le borse erano chiuse e quasi tutti gli operatori in lungo letargo (il solo future S&P è rimasto aperto per poche ore), gli speculatori hanno atteso il dato sugli occupati (dimezzato rispetto al precedente) e il future S&P ha in pochi minuti virato verso il basso fino ad 1,5% portandosi a 1.370 punti.

Cosa accadrà lunedì alla riapertura di Wall street alle 15:30 Italiane? Di sicuro potrà essere un'apertura debole e se non arriveranno i "nostri" (cioè la FED e sostegni politico/economici) la speculazione comincerà a lanciare le frecce avvelenate.

Successivamente già dalla prossima settimana cominceranno i risultati delle trimestrali USA, a partire dal primo titolo cioè Alcoa (NYSE: AA - notizie) , e si prevedono già un po' più negativi rispetto all'ultimo trimenstre 2011: tutto ciò darebbe un forte segnale negativo alla già debole Europa e soprattutto all'Italia e la Spagna.

, Per coloro che ci seguono da tempo raccomandiamo quindi, come al solito, di stare su strumenti estremamente liquidi, meglio sugli indici S&P500, Euro Stoxx50 e FSTMIB, in ordine di importanza e meglio, molto meglio, se con lo strumento delle opzioni.

Se proprio ci si vuole limitare solo al nostro piccolo mercato (cosa che noi sconsigliamo), suggeriamo di rimanere per lo meno sui titoli che da mesi segnaliamo e che hanno un valore aggiunto superiore al listino, normalmente export oriented e del settore lusso/moda.

Ci conforta infine che anche oggi su un quotidiano specializzato ed autorevole come il Sole 24 Ore e su uno generalista molto doffuso come Il Giorno, in questo caso a firma del grande Turani, il 90% di tutti i titoli che detti articoli segnalano per l'anno 2012 e che hanno avuto la migliore cedola e performance nel 2011 sono gli stessi che noi segnaliamo da un anno (appunto lusso e moda) Pirelli (Milano: PC.MI - notizie) e C, Tod's, Campari (MDD: CPR.MDD - notizie) , Ferragamo, De'Longhi (Milano: DLG.MI - notizie) , Brembo (Milano: BRE.MI - notizie) , Interpump.

Attenzione però che il 2012 potrebbe essere leggermente meno performante per questi titoli rispetto al 2011, poichè anche nei mercati mondiali come per esempio gli emergenti, o già emersi, potrebbe arrivare un po' della crisi che attanaglia l'Europa ed in particolare il nostro Paese.

Suggeriamo di "turnare" il portafoglio alleggerendo sulle punte una parte di questi titoli a favore per esempio di IPO/IPV tipo Cucinelli di prossimo collocamento.

Segnaleremo comunque, come d'abitudine, new entry che possono servire a questo scopo.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 16 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 16 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 16 apr 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 16 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.424,85 +1,00% 16 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.389,05 0,20% 05:53 CEST

Ultime notizie dai mercati