Italia Markets closed

Lettera finanziaria. Si riprende dopo nuovi minimi

Fabrizio Brasili
 

Dopo aver lottato a lungo in area 18200/300, il nostro future Marzo, aveva presto rotto i 18000 psicologici e si era riportato là dove avevamo indicato, sui primi supporti di17800.

Intraday era arrivato anche più sotto,  e precisamente poco sopra i 17600, ma complici ricoperture e sopratutto mani abili e scarsissimi volumi, avevano presto riportato il  tutto in momentanea sicurezza, sopra i 18000.

Con un ultima spinta, con i soliti bancari, energetici e ciclici,  quelli più venduti anche recentemente, nella seduta di venerdì tutto e' ritornato, in linea con l'analisi tecnica. 

Future Marzo quindi un pelo sotto i 18800, e così tutti gli altri assett,  con il cross euro dollaro.poco  sotto gli 1,14, l'oro in leggero ripiegamento sotto le resistenze di 1290$, il petrolio in range 44$/48$, fermo su quest'ultimo prezzo. 

Fra i titoli che hanno beneficiato di questo ampio rimbalzo tecnico e psicologico, guidato facilmente, da poche mani e volumi ancora scarsi, Intesa, esattamente a 1,99, dopo aver toccato gli 1,88 nelle recenti sedute, Eni (Londra: 0N9S.L - notizie) sopra i 14,30, dopo aver toccato i supporti di lungo periodo a 13,30. FCA riportatosi sui 13,50, solo dopo i buoni dati Usa sulle immatricolazioni.

Questo solo per citare tutte e tre i settori che hanno recuperato da una estrema debolezza. 

Fuori dal coro la classica, per noi ed i nostri abbonati,   Unipol (Dusseldorf: 18319160.DU - notizie) sai, ritornata, dopo una crescita costante negli ultimi 15 giorni da poco sotto 1,90 alle prime resistenze poste a 2,05. Target di breve,medio termine 2,15/2,25.

Con i volumi che riprenderanno colore, con gli operatori che ritorneranno a ranghi completi, ci attendiamo il vero mercato. 

Negli Usa e dagli Usa proverrà sempre più ogni tipo di segnale operativo: dai tassi,  che sembra ora debbano rimanere fermi per qualche mese, ai dazi con la Cina. 

Dal petrolio WTI, che potrebbe presto ritornare, come minimo sui prezzi toccati recentemente a 42$, ma anche andare a 48/49 $, al dollaro che sembra oscillare fra gli 1,13.e poco sotto 1,1450, ma anche andare a toccare gli 1,15 contro euro. 

E sopratutto il Dow Jones, che dopo aver toccato nuovi minimi a poco sotto i 21800,  provenendo dai massimi poco sotto i 27000, è ritornato ora, con inaspettata forza in area 23500. 

Quindi titolo principe,  nel bene, ma sopratutto nel male è stato Apple (NasdaqGS: AAPL - notizie) , che dopo aver trascinato al ribasso anche il Nasdaq (Francoforte: 813516 - notizie) , arrivando sulla soglia dei 140 $ è risalito nell'ultima seduta poco sotto i 150$. Si può quindi su Apple  iniziare a pensare positivo visto che tutto quello che c'era da scontare, si è già verificato. Anche per l'analisi tecnica. 

Con questo quadro, attenzione quindi anche al VIX SP500, ormai stabilmente sulla lzona rossa dei 21/22 e subito dopo al solito mediatico spread BTP/ BUND ritornato comunque sopra i 250/60, con punte sui 270.

Attenzione ai possibili recuperi di ELEN,Valsoia (Other OTC: VLLSF - notizie) ,Tamburi, Autogrill (Milano: AGL.MI - notizie) e Telecom rnc.

E' un segnale? Se, come la pensano in molti,  il buon giorno si vede dal mattino!..

Chi vivrà (borsisticamente certo)  vedrà.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online